Li vediamo spesso utilizzare carte prepagate, bancomat e conti on line per gestire la propria ‘paghetta’ con nonchalance. In realtà il rapporto dei ragazzi con il denaro non è così fluido come appare.
Infatti secondo una ricerca dell’ Ispo “I giovani ed il denaro” in ambito italiano, il 43% dei ragazzi dagli 11 ai 25 anni afferma di non avere le idee chiare su soldi, investimenti e risparmi. Per aiutare i giovanissimi a districarsi tra i temi bancari e finanziari, UniCredit Group e tre Associazioni dei Consumatori – Adiconsum, Federconsumatori e Movimento Difesa del Cittadino – avviano oggi il progetto di educazione bancaria “Guadagniamo il futuro”, in 60 classi di scuole superiori italiane.

L’iniziativa, che coinvolge circa 1500 studenti, rientra nell’ambito dell’Accordo Quadro firmato dai vertici di UniCredit Group e le Associazioni dei Consumatori ed ha ottenuto il patrocinio sia dal Ministero dello Sviluppo Economico che dal Ministero della Gioventù.

“La recente crisi- dichiara Roberto Nicastro, vice CEO del Gruppo – ha esposto le famiglie a sempre maggiori rischi e i giovani sono fra i più vulnerabili a fenomeni di esclusione bancaria/finanziaria. L’idea del progetto “Guadagniamo il futuro” nasce dal fatto che esiste in Italia una forte necessità di stimolare scelte e acquisti consapevoli fin dall’età dell’adolescenza”.

Per la prima volta rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori insieme ai dipendenti delle tre banche del Gruppo (UniCredit Banca, UniCredit Banca di Roma e Banco di Sicilia) terranno sul territorio nazionale lezioni con un approccio innovativo e divertente, che garantisca la partecipazione attiva dei ragazzi.

Per Fabio Picciolini, segretario nazionale dell’Adiconsum “la collaborazione tra UniCredit Group e l’ Associazione dei Consumatori apre indubbiamente nuovi scenari in vista di un più equilibrato rapporto tra aziende e clienti. In tale contesto si inserisce il progetto “Guadagniamo il futuro”, teso a rendere più informati e consapevoli i giovani in materia bancaria”.

“Il Progetto “Guadagniamo il futuro” – afferma Rosario Trefiletti, Presidente di Federconsumatori – è estremamente utile perché contribuisce ad aumentare il livello di cultura bancaria in Italia e consente di avvicinare ancor di più il consumatore alla banca e viceversa”.

Per finire, Antonio Longo, Presidente MDC afferma che “i ragazzi potranno essere loro stessi “formatori” per famiglie e coetanei, con un effetto a cascata moltiplicatore di conoscenza bancaria sul territorio”.

Alla fine delle lezioni, i ragazzi potranno collegarsi ai siti di UniCredit Group e delle Associazioni dei Consumatori per essere protagonisti di un gioco di economia familiare in cui potranno sfidare amici calandosi nel ruolo di vari personaggi per gestire il budget assegnato.

Per estendere il progetto sul territorio di riferimento, inoltre, ogni classe dovrà creare un poster con un decalogo di suggerimenti, e parteciperà ad un concorso nazionale che eleggerà il poster vincitore che sarà affisso in altre scuole superiori e premierà i ragazzi autori del poster.

<RIF:2247|_self|>Il progetto “Guadagniamo il futuro” a Catania con MDC

Data pubblicazione: 25 marzo 2010

 

Leggi gli altri comunicati »