Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha inviato nuove denunce all’ e alle di Torino e Verona sullo scaldalo che continua ad allargarsi a macchia d’olio e oggi travolge anche la Porsche.

“Mentre in Europa ed in Italia si temporeggia vergognosamente sullo scandalo ,- dichiara Francesco Luongo, vicepresidente MDC – negli Stati Uniti l’EPA ha appena scoperto e denunciato la presenza del software truffa su: Porsche Cayenne 2015, Touareg 2014 e Audi A6 Quattro, A7 Quattro, A8, A8L, Q5 2016. Consumatori che hanno acquistato prodotti difformi dalle caratteristiche tecniche di inquinamento ambientale promesse e garantite e che ancora sono in attesa di una risposta, sollecitiamo le Autorità competenti a un intervento più tempestivo a tutela di tutti i proprietari italiani dei veicoli coinvolti per la verifica delle ipotesi di reato per frode in commercio e disastro ambientale”.

Data pubblicazione: 03 novembre 2015

 

Leggi gli altri comunicati »