A scuola di energia

La referente del progetto per il Movimento Difesa del Cittadino è Livia Zollo.

L’iniziativa “A scuola di Risparmio energetico e sviluppo delle fonti rinnovabili – Le nuove idee crescono tra i banchi” è stata promossa per il secondo anno consecutivo grazie al Movimento Consumatori e il Movimento Difesa del Cittadino, che rinnovano l’intesa con il GSE s.p.a. – Gestore dei Servizi Elettrici- riaffermando l’impegno nel settore dell’energia, sia dal punto di vista degli sviluppi del mercato sia da quello dei consumi sostenibili. Sono state coinvolte 147 scuole secondarie di primo grado.

Il progetto si è proposto di verificare le eventuali iniziative attuate nella scuola secondaria italiana per il risparmio energetico e lo sviluppo delle nuove fonti di energia attraverso la somministrazione di un questionario e, in una dimensione innovativa, di realizzare una attività rivolta specificatamente agli studenti, coinvolgendoli  proattivamente attraverso il Concorso “Raccontami la tua Energia“. Quest’ultimo ha visto la partecipazione di circa 1.600 alunni delle scuole medie italiane, producendo degli elaborati scritti sul tema.

A partire dai sondaggi è stata realizzata, anche quest’anno come nel 2007, l’indagine volta a rilevare quali azioni gli organi scolastici realizzano e/o  promuovono per ridurre il consumo energetico all’interno degli edifici scolastici e quali attività formative le scuole svolgono per sensibilizzare il personale docente, non docente, nonché alunni al risparmio energetico.

Azione pilota della seconda edizione è stata l’iniziativa didattica con la quale in 4 scuole italiane, referenti territoriali delle due associazioni, hanno incontrato gli alunni e discusso con loro la tematica del risparmio energetico.

Obiettivi Generali

  1. Promuovere il risparmio energetico nelle scuole;
  2. Contribuire allo sviluppo delle fonti rinnovabili;
  3. Stimolare i ragazzi nelle scuole.

Obiettivi Specifici

  • Monitorare le azioni che gli organi scolastici hanno attuato per ridurre il consumo e quelle atte allo sviluppo delle energie rinnovabili;
  • Verificare la presenza di attività didattiche nei programmi scolastici sullo sviluppo sostenibile e il risparmio energetico;
  • Formazione attraverso gli esperti delle due associazioni in quattro regioni;
  • Realizzazione concorso “Raccontami la tua energia”;

Dossier

Scarica il dossier completo (PDF)

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è pubblicato.

*