Primo incontro tra  le Associazioni dei ,  Roberto Nicastro e Maria Pierdicchi, rispettivamente Presidente e consigliere indipendente delle quattro nuove B.Etruria, B.Marche, Carichieti, Cariferrara.

La riunione ha finalmente consentito un approfondimento delle informazioni relative alla situazione degli oltre 10.000 risparmiatori coinvolti nell’azzeramento dei propri investiti in azioni e obbligazioni subordinate delle quattro banche.

Adiconsum, Adoc, Associazione Consumatori e Utenti, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione nazionale consumatori, hanno preliminarmente stigmatizzato il totale disinteresse sin qui dimostrato verso le AA.CC. da parte del Governo, della Banca d’Italia e della Consob, nella elaborazione delle soluzioni per il ristoro dei risparmiatori che, per quanto noto, sono giudicate pasticciate, insufficienti e di difficile attuazione.

Le associazioni hanno quindi proposto alla Presidenza:

  1. Di vedere riconosciuta la propria funzione di rappresentanza e tutela dei diritti dei consumatori sia nella fase di definizione dei criteri di accesso sia nella fase attuative dell’arbitrato.
  2. Di valorizzare la positiva esperienza della conciliazione paritetica anche in questa drammatica situazione di risparmio tradito.
  3. Che eventuali ulteriori disponibilità risultanti dalle cessioni e dalle azioni di responsabilità contro chi ha dissipato il patrimonio, siano messe a disposizione dei risarcimenti.
  4. Che il tavolo ora avviato sia mantenuto anche dopo la vendita delle quattro good banks e operi con trasparenza e informazione permanente.

Data pubblicazione: 20 gennaio 2016

 

Leggi gli altri comunicati »