Our Blog

On line il nuovo volume curato da Camillo Bernardini e Dalila Loiacono “Massimario delle delibere AGCOM e CORECOM d’Italia in materia di definizione delle controversie tra utenti ed organismi di telecomunicazione” patrocinato da MDC. Da oggi gli utenti della telefonia hanno uno strumento in più per avere giustizia.

<<Garantire la migliore conoscenza dei propri diritti ai cittadini utenti della telefonia con una raccolta organizzata e sistematica di decisioni del Corecom che possa essere utile anche agli operatori del diritto. Questo il senso del pregevole lavoro svolto dal Dott. Camillo Bernardini  e dall’avv. Dalila Loiacono, autori di questo volume unico nel suo genere e primo nel panorama editoriale “consumerista”>>  così l’Avv. Francesco Luongo, Presidente Nazionale del Movimento Difesa del Cittadino, nella prefazione dell’opera.

La  pubblicazione, curata da Camillo Bernardini, coordinatore regionale MDC Lazio, e da Dalila Loiacono, dell’Ufficio Legale Nazionale di MDC, raccoglie una sintesi esaustiva delle pronunce più significative dell’attività svolta nell’ultimo decennio dai CO.RE.COM di tutta Italia e ha l’obiettivo da una parte di documentare le azioni intraprese dai consumatori e dall’altra di stimolare la riflessione sul ruolo dei Co.re.com, in un contesto caratterizzato da rapidi mutamenti tecnologici, economici e socio-culturali.

L’opera nasce dall’esame delle problematiche riscontrate nell’ultimo decennio e tende a mettere a fuoco le tesi centrali del libro, anzitutto la fragilità del sistema della telefonia italiana e della sua normativa e, in secondo luogo, i rischi che il consumatore ed utente corrono.

Vittoria di MDC nel processo penale Carife; ammesse al risarcimento le parti civili costituite e le associazioni dei Consumatori tra cui MDC!

Si è chiuso lunedì 11 febbraio scorso, il processo legato al dissesto della banca Cassa di Risparmio di Ferrara.

Due condanne, una per l’ex presidente del Cda Sergio Lenzi (a due anni e sei mesi), l’altra per l’ex direttore generale Daniele Forin (a due anni e tre mesi), imputati per i reati di falso in prospetto, ostacolo alla vigilanza e aggiotaggio.

Tutti gli altri imputati assolti, anche per le accuse di bancarotta fraudolenta.

Ammesse al risarcimento, le parti civili costituite, nonché le associazioni dei Consumatori, tra cui il Movimento Difesa del Cittadino.

<<Esprimo grande soddisfazione per le condanne e per l’ammissione al risarcimento – ha commentato l’avvocato Gianni Ricciuti, Presidente di Mdc Ferrara e legale di molti azionisti ed obbligazionisti costituitisi – nonostante le probabili difficoltà ad ottenere in sede civile, il risarcimento dei danni indicati dal Collegio penale. Le richieste di risarcimento comunque proseguiranno – Prosegue l’Avv. Ricciuti – con il secondo filone penale dell’inchiesta e con i rimborsi, attendendo i decreti attuativi del governo>>.

L’impegno di MDC per la tutela della memoria storica artistica del nostro Paese. Domani sera spettacolo dedicato a Massimo Troisi, in occasione del suo 66° compleanno, con il concerto del cantautore Davide Mottola.

Si svolgerà domani sera, Martedì 19 Febbraio 2019, presso “L’Asino che vola” di Roma (Via Coppi n.12), lo spettacolo patrocinato dal Movimento Difesa del Cittadino dedicato a Massimo Troisi, in occasione del suo sessantaseiesimo compleanno, con il concerto del cantautore romano Davide Mottola

Tra gli scopi dell’Associazione, notevole importanza ricoprono la tutela, la promozione e valorizzazione della cultura e del patrimonio artistico del nostro Paese.

<<Per tale ragione – sottolinea Francesco Luongo, Presidente Nazionale di MDCcon profonda convinzione abbiamo deciso di patrocinare il progetto dell’artista Davide Mottola, che ha voluto dedicare risorse, energie, entusiasmo e passione per un viaggio alla scoperta di uno dei più grandi artisti italiani del nostro tempo. Il grande attore Napoletano ha abbandonato le scene troppo in fretta, lasciando all’umanità, alla storia di questo Paese, alle sue nuove generazioni un vuoto che solo un’attenta opera di tutela della memoria storica da parte delle Istituzioni potrà in parte colmare>>.

<<L’arte, la poesia, l’umiltà, la sensibilità artistica ed umana di Massimo Troisi – prosegue Luongo –

Ventennale CNCU. Mdc esprime il proprio apprezzamento al Consiglio rinnovando il suo impegno per la tutela dei cittadini.

Il Movimento Difesa del Cittadino ha preso parte alle celebrazioni del Consiglio Nazionale dei Consumatori ed Utenti presso il MISE, nel  ventennale della sua fondazione.

Il Presidente Nazionale Francesco Luongo, anche a nome del Vicepresidente supplente Peppino Nuvoli e di tutti i dirigenti e soci del Movimento,  ha partecipato al Viceministro dell’Economia e Presidente del CNCU, che ha presieduto i lavori, il più sentito apprezzamento per quanto fatto sino ad oggi; ha inoltre confermato l’impegno della storica associazione dei Consumatori a portare avanti gli interessi e le istanze dei cittadini all’interno di un Consiglio in cui partecipa attivamente sin dalla sua istituzione, insieme ad altre importanti realtà del consumerismo nazionale.

Come sottolineato dal Presidente Luongo  <<i 20 anni del CNCU cadono in un momento particolarmente delicato per il Paese,  con una nuova recessione economica e la necessità di rafforzare le politiche sociali e di sostegno alla educazione dei Consumatori per un consumo più consapevole e contro il dramma del sovraindebitamento. Il Governo – prosegue Luongo –  può fare ancora molto in questo contesto, valorizzando il consumerismo attivo e vicino ai problemi dei cittadini,  spesso vittime di prepotenze ed abusi che non trovano giustizia in una regolazione dei mercati forte con i deboli e debole con i forti.

Rispondete all’appello! MDC prosegue la sua ricerca di aziende sensibili e solidali con il progetto Plus!

Prosegue la ricerca del Movimento Difesa del Cittadino di aziende sensibili e solidali al “Progetto Plus: per un lavoro utile e sociale. Progetto di inclusione socio-lavorativa per le persone con disabilità”.

PLUS è un progetto di UILDM, Movimento Difesa  del Cittadino, A.N.A.S. Regione Puglia e Associazione Atlantis 27, finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali con il primo bando “unico” previsto dalla riforma del Terzo settore.

Il progetto ha come obiettivo la formazione e l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità, attraverso la realizzazione di percorsi che portano a una maggiore autonomia personale e a un miglioramento della qualità della vita e la creazione di un database delle persone con disabilità da mettere a disposizione delle aziende, al fine di favorire la promozione delle professionalità e le opportunità di inserimento lavorativo.

MDC, da sempre attenta alle tematiche della responsabilità sociale, delle pari opportunità e dell’inclusione a tutti i livelli, cerca imprese che vogliano aderire a PLUS, un progetto basato su obiettivi condivisi e valori comuni, per essere insieme attori di cambiamento ed innovazione nel nostro Paese.

In particolare MDC rivolge un appello ad aziende,

Assocral

Asso Cral è una Società Cooperativa con sede a Firenze, avente come oggetto sociale la fornitura di Servizi al mondo dell’Associazionismo.
Il Gruppo, leader nel panorama dell’aggregazione sociale ad oggi fornisce i propri servizi ad oltre 10 milioni di cittadini e promuove le interazioni fra strutture associazionistiche favorendo e sviluppando sinergie comuni. La mission è quella di incrementare lo sviluppo della intercomunicazione per creare nuclei di interessi comuni.
 
Il Movimento della Difesa del Cittadino e Asso Cral hanno stretto un accordo per fornire – reciprocamente – dei benefici in più ai propri iscritti.
Seguendo il link puoi avere maggiori informazioni su Asso Cral.

MDC sigla accordo con Associazione “Abilmente uniti” al fine di promuovere progetti ed iniziative utili per compensare la disabilità linguistica e cognitiva di persone con bisogni comunicativi complessi.

Continua l’impegno del Movimento Difesa del Cittadino nella ideazione e realizzazione di progetti ed attività che promuovano l’inclusione sociale delle persone con disabilità.

Grazie all’accordo siglato con L’Associazione “Abilmente Uniti”, nell’annualità 2019 si svolgeranno numerosi progetti che si pongono l’obiettivo di creare servizi ed opportunità socializzanti e riabilitative a persone disabili, al fine di favorirne il benessere relazionale e di prevenire il disagio sociale.

I progetti verranno svolti in 16 regioni d’Italia; Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige e Veneto.

Di particolare rilevanza è il progetto “Mazara in CAA”, per una comunicazione urbana facilitata. La Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) è un sistema studiato e impiegato nella pratica clinica, sviluppato per compensare la disabilità linguistica e cognitiva di persone con bisogni comunicativi complessi. E’ un sistema che si avvale di diversi metodi alternativi di comunicazione, tra cui la scrittura tramite simboli, più o meno iconici, che sono di supporto alla comprensione e alla produzione verbale e non, e che vengono sempre accompagnati dal corrispondente scritto.

Il progetto prevede,

UN’ALTRA VITTORIA PER IL MDC IN TEMA DI SOVRAINDEBITAMENTO. I DEBITORI SI LIBERANO DALLA MORSA DEI CREDITORI PAGANDO IL 35% DEL DEBITO

Nuova importante vittoria di MDC Pescara in tema di sovra indebitamento.

I ricorrenti, avendo un tenore di vita che permetteva una certa disponibilità economica, cominciavano a fare uso delle carte di credito e degli affidamenti che i vari istituti di credito mettevano loro a disposizione;
Con il passare del tempo, senza che gli istanti se ne avvedessero, le commissioni per la gestione delle carte di credito e per gli affidamenti diventavano sempre più pesanti, tanto che i ricorrenti erano costretti a sottoscrivere finanziamenti con relative polizze assicurative per far fronte alle richieste di altri istituti di credito ; Inevitabilmente, la situazione economica già precaria è degenerata quando uno dei ricorrenti ha perso il posto di lavoro, con ciò venendo meno una fonte di reddito importante ;
Tale situazione, unitamente alle altre precedentemente elencate, ha quindi indotto forzatamente i proponenti ad indebitarsi ulteriormente con nuovi finanziamenti, nell’intento di far fronte ai debiti sempre più crescenti.
L’indebitamento familiare al momento della presentazione del ricorso ammontava a circa € 110000, somma che non poteva essere pagata secondo i piani di ammortamento concordati.
Il gestore della crisi nominato precisava come
a) le cause dell’indebitamento sono ricollegabili alla insufficienza delle fonti di reddito dei coniugi a sostenere le spese ordinarie di vita,

Il 2019 che verrà ed il ritorno alla realtà dopo gli anni della tecno-utopia

dell’Avv. Francesco Luongo – Presidente Nazionale del Movimento Difesa del Cittadino.

Il 2018 si conclude nel solco del cambiamento, ma anche del ritorno alla realtà.
In pochi anni tutto sembra essersi trasformato nella vita degli italiani, a cominciare dagli stili di consumo. L’impatto della rivoluzione tecnologica trainata dal web è stato paragonabile all’invenzione della stampa da parte di Gutenberg nel lontano 1452. Come allora l’informazione, oggi con internet l’accesso alle notizie ma anche ai beni e servizi (grazie anche all’e-commerce) sono generalizzati, pur con le eccezioni di alcuni regimi autoritari che infatti ne hanno limitato fortemente l’uso.
Dalla televisione al PC e poi allo smartphone la multimedialità e l’interconnessione sono ormai una regola per la quotidianità degli individui. Essere cittadini in questo mondo che cambia rappresenta una sfida che purtroppo in tanti non riescono a comprendere, avvinti nelle spire di un sistema proteso al “tecnocontrollo” ed alla sottrazione dei dati personali per uso commerciale e di orientamento politico. E proprio contro questo sistema associazioni di consumatori come il Movimento Difesa del Cittadino hanno fatto sentire il proprio “NO” in Italia, permettendo all’Antitrust di sanzionare il colosso Facebook con 10 milioni di euro per l’uso improprio dei dati degli utenti con finalità di marketing.

MDC cerca aziende solidali con il progetto Plus!

Il Movimento Difesa del Cittadino è alla ricerca di aziende sensibili e solidali al “Progetto Plus: per un lavoro utile e sociale. Progetto di inclusione socio-lavorativa per le persone con disabilità”.

PLUS è un progetto di UILDM, Movimento Difesa  del Cittadino, A.N.A.S. Regione Puglia e Associazione Atlantis 27, finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali con il primo bando “unico” previsto dalla riforma del Terzo settore.

Il progetto ha come obiettivo la formazione e l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità, attraverso la realizzazione di percorsi che portano a una maggiore autonomia personale e a un miglioramento della qualità della vita e la creazione di un database delle persone con disabilità da mettere a disposizione delle aziende, al fine di favorire la promozione delle professionalità e le opportunità di inserimento lavorativo.

MDC, da sempre attenta alle tematiche della responsabilità sociale, delle pari opportunità e dell’inclusione a tutti i livelli, cerca imprese che vogliano aderire a PLUS, un progetto basato su obiettivi condivisi e valori comuni, per essere insieme attori di cambiamento ed innovazione nel nostro Paese.

In particolare MDC rivolge un appello ad aziende,

Controversie tra consumatori e aziende telefoniche: le inefficienze del Corecom Lazio rischiano di ripercuotersi sui diritti degli utenti

L’attività dei CORECOM a livello nazionale per la definizione in materia di telefonia prevede la possibilità di risolvere la controversia con un procedimento presso il Corecom competente per territorio: tale fase si può avviare qualora il tentativo obbligatorio di conciliazione abbia avuto, anche solo parzialmente, esito negativo e ha l’obiettivo di concludere la lite attraverso una decisione del Comitato o del Dirigente, vincolante per le parti.

Sul punto, vale rilevare come i principi del giusto procedimento amministrativo richiamati dalla legge n. 241/90 impongano all’amministrazione doveri di efficienza, economicità e trasparenza tutelando, in particolare, ogni situazione giuridica realizzatasi consequenzialmente al comportamento della Pubblica Amministrazione che ha suscitato nel terzo un ragionevole affidamento in un determinato risultato.

<<Analizzando l’operato del Corecom Lazio – sottolinea Camillo Bernardini Responsabile del Movimento Difesa del Cittadino – Roma Ovest – siamo in una situazione di criticità. Infatti, il ritardo nell’emanazione dei provvedimenti si riverbera catastroficamente sugli utenti e va a collidere con i diritti derivanti dall’art. 70 del CdC. Questo è esattamente il fulcro del problema che da una parte vede il lento operato di un ufficio che sembra non comprendere l’urgenza di chi ha una line telefonica staccata, 

Economia circolare ed efficienza energetica, in discussione a Bruxelles misure contro l’obsolescenza degli elettrodomestici e dei dispositivi elettronici

Legambiente e MDC: “Il Governo sostenga le ragioni dell’ambiente e dei consumatori e voti per elettrodomestici riparabili”

Si conclude oggi a Bruxelles il primo round di discussione nell’ambito dei lavori di revisione delle misure energetiche connesse alla direttiva ecodesign ed etichetta energetica, una serie di provvedimenti che definiranno le prestazioni minime energetiche degli elettrodomestici che entreranno nelle nostre case nei prossimi anni e di come queste prestazioni potranno essere comunicate in etichetta. Per la prima volta nella storia, però, la Commissione Europea ha messo in discussione anche l’introduzione di una serie di misure di prevenzione dell’obsolescenza dei prodotti, in particolare per i grandi elettrodomestici che tutti o quasi tutti abbiamo in casa: frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, televisori.

Per alcune categorie di prodotto, infatti, sono state proposte alcune misure di economia circolare mirate a migliorare la riparabilità del prodotto, e quindi all’allungamento della vita media dello stesso. Per i frigoriferi, per esempio si prevede la possibilità di mantenere obbligatoriamente sul mercato almeno per sette anni alcuni pezzi di ricambio destinati ai manutentori professionali (termostati, lampadine, schede elettroniche, lampadine) e altri a disposizione, per lo stesso numero di anni, direttamente ai cittadini (maniglie e guarnizioni per le porte,