Nell’ambito delle attività del programma generale di intervento della Regione Siciliana, il Coordinamento regionale siciliano del Movimento Difesa del Cittadino  ha riproposto la realizzazione di un progetto per promuovere un consumo consapevole di e ,  oggi ridenominato “Brindi…amo” (In passato: “Brindo alla vita….perchè non vada in fumo”).

Gli obiettivi generali di detto progetto sono: fornire strumenti conoscitivi facilmente ed immediatamente consultabili sugli effetti negativi derivanti dall’assunzione di alcool e dalla dipendenza al tabacco; educare ad un consumo consapevole. Il progetto prevede il coinvolgimento di alcuni Istituti Scolastici Secondari e di alcune rinomate discoteche, autentici luoghi questi ultimi,  di consumo di alcool e tabacco.

Presso le scuole, gli operatori del progetto effettueranno con gli studenti alcuni incontri divulgativi e conoscitivi delle problematiche connesse ad un consumo non ragionevole di alcool e tabacco. In esito a detti incontri, gli studenti compileranno un questionario che costituirà la base di una ricerca che sarà presentata al pubblico nel corso di un convegno, con svolgimento nella terza decade di maggio di quest’anno.

Presso le discoteche aderenti, altri operatori svolgeranno in più occasione le stesse attività, entrando in contatto con i giovani in una breve pausa musicale concordata con i gestori.

Tutte le attività vengono accompagnate dalla divulgazione dei materiali di comunicazione.

In provincia di il progetto, affidato alle cure della competente sede provinciale, ha preso avvio oggi (nella foto il primo incontro presso l’Istituto Archimede di , operatore il dott. Giuseppe Sicilia, nutrizionista) e sarà concluso entro la fine  di maggio dell’anno corrente.

Vengono coinvolti  un istituto scolastico  (I.T. “Archimede”), due istituti comprensivi  (I.C. “Diaz-Manzoni”, I.C. “Vespucci-Capuana-Pirandello”) e due discoteche.


Referente progettuale è la 
prof.ssa Giusi Castello

Catania, 20/04/2013. Il Responsabile della Comunicazione.

MDC – Sede Provinciale di Catania

Data pubblicazione: 22 aprile 2013

 

Leggi gli altri comunicati »