Parte il progetto #InfoCanoneRAI realizzato da , e

Il Movimento difesa del cittadino, il Codacons e l’associazione Utenti RadioTV hanno lanciato a fine luglio il progetto “#InfoCanoneRAI”, per informare, assistere e tutelare i cittadini che devono o non devono pagare il canone attraverso le bollette elettriche, come disposto dal Governo.

Sarà realizzato un sistema informativo multicanale, in grado di coprire tutte le fasce di popolazione interessate al pagamento del canone, con particolare riguardo alle persone svantaggiate (anziani; poco scolarizzati; persone con disabilità visive o auditive).

Gli obiettivi:

– fornire informazione, assistenza e consulenza sulla normativa riguardante il pagamento del canone tv in bolletta e gli adempimenti connessi;
– favorire la consapevolezza degli utenti, fornendo tutte le conoscenze utili alla verifica dell’obbligo di pagamento, ai casi di esonero e alle modalità di restituzione di somme indebitamente pagate;
– contribuire alla creazione di un sistema di supporto per i consumatori che integri le attività già avviate a livello istituzionale attraverso l’utilizzo di metodi e strumenti innovativi ed il contatto diretto con il target di riferimento;
– supportare e assistere i consumatori nei casi di controversie.

Il progetto sarà realizzato attraverso:

– l’attivazione di sportelli fisici in tutte le Regioni italiane e in particolar modo nei principali capoluoghi di provincia;
– l’attivazione di uno sportello telematico nazionale;
– l’attivazione di call center;
– una campagna informativa condotta via web sfruttando l’effetto moltiplicativo del mezzo internet e in particolare dei social già attivati dalle tre associazioni.

Inoltre sarà realizzata una Guida in formato elettronico, dei video con “pillole informative” e una locandina cartacea di diffusione del numero verde.

Il progetto avrà la durata di 12 mesi, fino a tutto agosto 2017.

Per informazioni, rivolgersi all’Ufficio stampa delle tre associazioni o alla mail dedicata canonerai@mdc.it

Data pubblicazione: 01 agosto 2016

 

Leggi gli altri comunicati »