Conciliatori e-on

NAZIONALE
Camillo Bernardini
06/88642693
info@sportellodifesaconsumatori.it

SICILIA

Marialuisa De Simone (MDC Palermo)
Cel.3294256316
palermo@mdc.it

Filippa Tirrito (MDC Enna)
Tel./fax: 0935 1866998
enna@mdc.it

PUGLIA

Ettore Lizzi
cell. 340 7315357
e-mail: foggia@mdc.it

LAZIO

Marcello Avoledo (MDC Viterbo)
Tel./Fax: 0761 598155
Cell. 3283514686
viterbo@mdc.it

Resp. Giovanni Maddaloni (Roma nord)
Via Martiri de la Storta, 39
Tel. 06.83608034
romanord@mdc.itconciliazionimdc@libero.it

2 Commenti
  • franco calegari
    5 febbraio 2015 14:36

    buongiorno, sono Franco Calegari di Bergamo.Sono socio Legambiente e sono stato in passato referente MDC per Bergamo. Ho un quesito personale in merito a una fattura EON. Arrivo 4-2-15 scadenza pagamento 3-2-15. Conguaglio del 16-1-2015 da pagare € 60,62. Attivazione utenza mercato libero 1-8-2011. Riferimento ai consumi di Agosto 2011 su valori medi. in data odierna ho telefonato a EON per chiarimenti, mi è stato detto di rivolgermi a AEEG perchè è una loro imposizione. Ho telefonato a AEEG e mi hanno detto di chiedere a quale disposizione è stato fatto riferimento. Ho ritelefonato a EON e ho cercato di spiegare per ottenere chiarimenti, ma hanno riattaccato. E’ possibile capire se sono effettivamente dovuti questi costi. Grazie. Franco

  • Vitale
    12 settembre 2015 14:07

    Gentile conciliatore,
    sono stato contattato telefonicamente da una persona che si e’ qualificata quale recupero crediti per conto di EON ENERGIA chiedendomi di effettuare un pagamento mai effettuato per conguaglio considerando che io sono andato via cambiando fornitore.
    Alle mie perplessita’ poiche’ credo di non essere debitore in alcun modo di nulla ma ovviamente concedendo il beneficio del dubbio, ho chiesto allo stesso una prova di quanto asserisca e nello specifico l’invio della fattura in oggetto mai giuntami, ma l’operatore diceva che e’ compito mio procurarmela e non era di sua competenza. Alla mia osservazione che io non avrei pagato in alcun modo senza prove che testimonino il mio debito che se, e ci tengo a precisare, venga dimostrato sono ovviamente pronto ad onorare, lo stesso si inalberava dicendo che devo invece pagare altrimenti verro’ pignorato.
    Ho risposto via mail affinche resti traccia di quanto asserito, ma anche dopo questo lo stesso operatore mi ha contattato altre volte sino ripetendo sempre la stessa cosa e davanti alla mia pervicace convinzione di ottenere prove del debito lo stesso mi ha detto che adesso sarebbero passati alla riscossione coatta e rischierei anche il pignoramento.
    Vorrei capire e sapere come e’ possibile difendersi ed ottenere quanto di mia ovvia richiesta prima di procedere ad eventuale pagamento, grazie.
    Buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non è pubblicato.

*