È partito il 14 giugno 2014, il nuovo corso per la tutela dei consumatori che coinvolge tutta l’Europa. In Italia è stata recepita con il decreto legislativo 21 del 21 febbraio 2014, la legge di riforma del Codice del Consumo, proveniente da Bruxelles.

Le modifiche sono di particolare rilievo e consolidano i diritti per la migliore tutela dei consumatori. Con il trascorrere degli anni, infatti si sono modificate le esigenze dei cittadini, sempre più volte vittime di pratiche commerciali aggressive per cui non c’erano strumenti adeguati per la tutela.

Il Codice oggi modificato, risaliva al 2005, e negli anni poche sono state le modifiche, per tale ragione i cittadini sono rimasti vulnerabili e alla mercé di truffatori spietati.

Cosa cambia:

I CONCLUSI NEI LOCALI COMMERCIALI

• PIÙ INFORMAZIONI per il consumatore che acquista beni o servizi. Il venditore, infatti deve indicare chiaramente i diritti rilevanti per il consumatore (ad esempio garanzia legale e di conformità).
• TEMPI STRETTI PER LE CONSEGNE. I beni acquistati devono essere consegnati al consumatore entro 30 giorni dall’acquisto. In caso contrario il consumatore può recedere dall’acquisto senza pagare penali.
• NO AI SUPPLEMETI PER UTILIZZO DI CARTE DI CREDITO . Il venditore non può applicare somme supplemetari per il pagamento diverso dal contante.
• TARIFFA BASE PER I NUMERI TELEFONICI DEDICATI. L’azienda non può imporre al proprio cliente una tariffa a valore aggiunto (ad es. numeri con l’inizio 199) per essere contattata dai propri clienti.
• MAGGIORE PROTEZIONE PER GLI DIGITALI

I CONTRATTI A DISTANZA

• 14 GIORNI PER RIPENSARCI. Il diritto di recesso passa da 10 a 14 giorni lavorativi. Nel caso mancasse l’informativa, il diritto passa ad un anno e 14 giorni.
I rimborsi in caso di recesso devono essere fatti entro i 14 giorni successivi dalla comunicazone di recesso. Modello standard di recesso valido per tutti i cittadini dei paesi europei.
• PREZZI TRASPARENTI E COMPRENSIVI DI TUTTE LE VOCI. Mai più prezzi nascosti da sterischi o similari.
• CONTRATTI TELEFONICI VALIDI SOLO DOPO LA FIRMA. Il consumatore sarà vincolato solo dopo aver ricevuto e sottoscritto il contratto cartaceo, anche con firma elettronica.

Viste le numerose novità apportate al Codice del Consumo la sede di Monza del Movimento Difesa del Cittadino mette a disposizione dei consumatori un servizio di assistenza. I cittadini possono contattare lo 039.94.66.098 o 334.84.83.713 o scrivere a monza@mdc.it.

A cura della sede MDC-Monza
tel. 039.94.66.098 – 334.84.83.713 e.mail monza@mdc.it

Data pubblicazione: 16 giugno 2014