La Commissione europea ha deciso di aprire una procedura d’infrazione contro il governo britannico, per l’introduzione di un sistema di etichettatura a ‘semaforo’ sugli alimenti. Una scelta che per il ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, ” conferma l’opportunità dell’iniziativa che abbiamo assunto da tempo su questo strumento e le preoccupazioni espresse dalla maggioranza dei Paesi membri nell’ambito del Consiglio dei Ministri dell’agricoltura dell’Ue. La salute dei consumatori e la loro corretta e trasparente informazione sugli alimenti sono valori assolutamente condivisi da tutti gli Stati dell’Unione europea, ma vanno tutelati attraverso metodi adeguati e efficaci. L’etichettatura a semaforo, invece, fornendo informazioni approssimative e fuorvianti, penalizza prodotti di qualità, come quelli a denominazioni d’origine, tutelati dall’Europa proprio per il loro valore”.
Secondo l’esecutivo Ue ci sarebbe presunta violazione del principio di libera circolazione delle merci a carico del nuovo sistema di etichettatura nutrizionale adottato dal Regno Unito.

Per saperne di più sull’etichetta semaforo leggi l’articolo: Etichetta nutrizionale, il Regno Unito adotta il sistema semaforo. Come funziona e come si interpreta

 

Data pubblicazione: 02 ottobre 2014