Approvato il progetto proposto da MDC , Guardiacivica e Arco consumatori, con il pieno consenso della Regione Abruzzo, migliore dei presentati nel 2013 con capofila MDC Abruzzo, rafforza la sinergia tra le 3 associazioni che ormai perdura da tempo e che permette di riproporre una serie di attività a sistema che offrono un contributo importante ai cittadini e alle istituzioni di servizio, volte al miglioramento dello stato di cose.

Il progetto “Facciamo !”centra i suoi propositi sulla salvaguardia dell’ ponendo particolare enfasi sul risparmio energetico e sull’utilizzo di fonti di energia rinnovabili. Cerca di capire come, essendo il settore dell’energia rinnovabile, un settore tendenzialmente nuovo per il consumerismo abruzzese, il cittadino si aspetta che un’associazione possa supportarlo nel suo operare quotidiano e infine, non meno importante, offre una prima assistenza per le situazioni di disservizio ricevute dal cittadino nell’acquisto di beni e servizi da società operanti in tale ambito.

Il progetto prevede una serie di iniziative tra cui un servizio di assistenza/consulenza ai cittadini presso le sedi locali delle associazioni (nel caso di MDC Abruzzo: MDC Ortona e MDC Pescara), un servizio di promozione sul territorio, un osservatorio conoscitivo, un ciclo di trasmissioni televisive a carattere tematico, un portale web esclusivamente dedicato alla divulgazione di iniziative legate alle finalità del progetto e un servizio itinerante di promozione e assistenza sul territorio.

A quest’ ultimo proposito, intento già dalle prime collaborazioni tra le tre associazioni è di andare incontro al cittadino conoscendolo presso i punti di sua maggior frequentazione: centri commerciali, piazze, mercati, durante le ore di punta e prevedendo momenti di confronto e approfondimento di tematiche legate al consumerismo. Questo per promuovere sempre più l’ ottica dell’ associazione al servizio del cittadino.

I risultati del progetto verranno pubblicati a breve sul portale web http://abruzzo.difesadelcittadino.it e serviranno per attivare tavoli di lavoro istituzionali e ulteriori iniziative sia di promozione che di sensibilizzazione sul territorio, anche sulla base dell’ importante contributo in materia che potrà offrire Legambiente.

Data pubblicazione: 03 dicembre 2013