Il Movimento Difesa del Cittadino entra a far parte del registro delle associazioni che svolgono attività nel campo delle discriminazioni. A comunicarlo all’Associazione è l’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali).

Il Registro istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità consente di realizzare un continuo raccordo operativo tra l’UNAR e gli enti iscritti al fine di rendere più efficaci le attività di prevenzione.

L’Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica (UNAR) è stato istituito con il decreto legislativo 9 luglio 2003, n. 215, di recepimento della direttiva comunitaria n. 2000/43 CE ed opera nell’ambito del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

UNAR ha la funzione di garantire, in piena autonomia di giudizio e in condizioni di imparzialità, l’effettività del principio di parità di trattamento fra le persone, di vigilare sull’operatività degli strumenti di tutela vigenti contro le discriminazioni e di contribuire a rimuovere le discriminazioni fondate sulla razza e l’origine etnica analizzando il diverso impatto che le stesse hanno sul genere e il loro rapporto con le altre forme di razzismo di carattere culturale e religioso.

In particolare UNAR:
• fornisce assistenza alle vittime di comportamenti discriminatori nei procedimenti intrapresi da queste ultime sia in sede amministrativa che giurisdizionale, attraverso l’azione dedicata di un apposito Contact center;
• svolge inchieste al fine di verificare l’esistenza di fenomeni discriminatori nel rispetto delle prerogative dell’autorità giudiziaria;
• promuove l’adozione di progetti di azioni positive in collaborazione con le associazioni no profit;
• diffonde la massima conoscenza degli strumenti di tutela attraverso azioni di sensibilizzazione e campagne di comunicazione;
• formula raccomandazioni e pareri sulle questioni connesse alla discriminazione per razza ed origine etnica;
• redige due relazioni annuali, rispettivamente per il Parlamento e per il Presidente del Consiglio dei Ministri;
• promuove studi, ricerche, corsi di formazione e scambi di esperienze, in collaborazione anche con le associazioni e le organizzazioni non governative che operano nel settore, anche al fine di elaborare delle linee guida o dei codici di condotta nel settore della lotta alle discriminazioni fondate su razza o origine etnica.

Per saperne di più <LINK:http://www.unar.it|_self>www.unar.it

Data pubblicazione: 07 ottobre 2011

 

Leggi gli altri comunicati »