L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni è finalmente ritornata sul tema del modem libero, avviando una consultazione pubblica sul tema.

L’obiettivo è di coinvolgere consumatori, fornitori di servizi di accesso, produttori, distributori e installatori di apparecchiature, nonché associazioni per stabilire “possibili misure per la libera scelta delle apparecchiature terminali da parte di consumatori e utenti finali di servizi di connessione ad una rete pubblica di comunicazioni o di servizi di accesso a Internet”. La scadenza della consultazione è fissata a 30 giorni da oggi.

A seguito della consultazione pubblica avviata da Agcom, riguardo alla possibile abolizione del modem obbligatorio con le tariffe ADSL o Fibra, SosTariffe.it ha stimato costi e risparmi che si avrebbero con tale liberalizzazione.

Se, dopo la consultazione pubblica avviata dall’AGCOM, il garante dovesse decidere per l’abolizione del modem obbligatorio in abbinamento alle tariffe ADSL o fibra, quali potrebbero essere i costi reali e quanto eventualmente si risparmierebbe? A queste domande ha provato come sempre a rispondere SosTariffe.it.

La versione completa dell’articolo è disponibile qui Tomshw.it

Data pubblicazione: 26 febbraio 2018