Tra poco più di una settimana sarà Natale e accanto ai regali non possono mancare le tipicità natalizie da portare in tavola. Quest’anno, complice la crisi, le famiglie punteranno al risparmio, approfittando di sconti e offerte speciali, ma senza le adeguate informazioni si rischia di acquistare prodotti a prezzi vantaggiosi ma di dubbia qualità.

Il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari attraverso i Nuclei Antifrodi (NAC) e il Movimento Difesa del Cittadino hanno messo a punto il decalogo “Natale sicuro, di qualità e senza spreco” per offrire al cittadino tutte le indicazioni utili per fare acquisti sicuri e limitare gli sprechi alimentari. Guadagno per la salute, il portafoglio e l’ambiente.

Cinque consigli per riconoscere i prodotti genuini, valutandone etichettatura ve qualità. Ricordiamo che l’etichetta è la carta d’identità degli alimenti che consente di effettuare una spesa davvero consapevole per la sicurezza alimentare della famiglia.

Il 2014 sarà l’anno europeo dedicato al tema dello spreco alimentare. Secondo i dati pubblicati dal Parlamento Europeo circa il 50% di cibo commestibile viene sprecato nelle case degli europei, nei supermercati e ristoranti e lungo la catena di approvvigionamento alimentare. MDC e i NAC hanno quindi dedicato altri cinque consigli del decalogo a questo importantissimo tema, invitando i consumatori a prestare attenzione alle quantità, alle scadenze, prevedere il riutilizzo degli avanzi e in pieno clima natalizio perché no…donare il cibo in esubero alle strutture riconosciute per destinarlo ai più indigenti!

MDC plaude il lavoro svolto dal Nucleo dei Carabinieri delle Politiche agricole e alimentari che dall’inizio dell’anno ha effettuato controlli su quasi 2.000 aziende, che han portato a sequestri perun valore complessivo di quasi 7 milioni di euro.

Anche il consumatore può fare la sua parte prestando attenzione all’acquisto dei prodotti agroalimentari, attuando il cosiddetto “acquisto informato e consapevole” e quindi leggendo con più attenzione le etichette. Essenziale è infine la collaborazione con gli istituti preposti ai controlli. Consumatori, produttori o commercianti, possono segnalare o richiedere chiarimenti in materia di sicurezza alimentare attraverso il Numero Verde Antifrodi 800.020.320.

Leggi il decalogo online 

Data pubblicazione: 12 dicembre 2013