“L’accordo di principio raggiunto tra Consiglio, Commissione e Parlamento Ue a Bruxelles ci porta molto vicini a un grande traguardo europeo sotto la Presidenza di turno italiana: il riconoscimento della sovranità e dell’autonomia dei singoli Stati nella coltivazione degli Ogm”. Così il ministro dell’Ambiente italiano Gian Luca Galletti, commenta l’esito del lungo negoziato, cui ha partecipato direttamente, che si è svolto a Bruxelles sulla proposta di direttiva riguardante gli organismi geneticamente modificati.

“Con questo testo, ancora soggetto a una riconferma formale da parte del Coreper, abbiamo raggiunto – spiega Galletti – un compromesso equo e bilanciato, attento a valorizzare le realtà dei singoli Stati, che crea finalmente le condizioni necessarie per garantire la libertà di scelta a livello nazionale sulla coltivazione degli Ogm”.

“Su un argomento così delicato, che riguarda tutta la società, dagli agricoltori ai consumatori, credo sia arrivato dalle istituzioni europee – conclude Galletti – un segnale di grande responsabilità e attenzione”.

Fonte: Ministero dell’Ambiente

Data pubblicazione: 04 dicembre 2014