“L’intervento dell’Autorità Antitrust pone finalmente uno stop a una pratica commerciale scorretta che come associazione dei consumatori denunciamo da anni e che assume ancora più importanza alla luce delle nuove norme sui contratti a distanza a cui sta lavorando l’Agcom e che a breve saranno pubblicate”.

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) esprime grande soddisfazione per la multa da parte dell’Antitrust rispettivamente da 1,7 milioni di euro a Telecom Italia e H3G e di 800mila euro a Wind e Vodafone. L’Autorità ha infatti sancito la responsabilità diretta degli operatori telefonici nell’attivazione di servizi premium quali giochi, musica, contenuti erotici, addebitati a insaputa degli utenti che navigando in internet o usando le applicazioni da rete mobile si imbattono in banner innocui solo all’apparenza.

“Le sanzioni – conclude Francesco Luongo Vicepresidente Nazionale MDC – confermano quanto denunciavamo da anni così come la gravità e l’urgenza delle nuove misure che ci auguriamo entrino in vigore prima del 23 febbraio, giorno in cui le associazioni dei consumatori italiane incontreranno a Roma i rappresentanti della Commissione Europea per fare il punto sul rispetto delle regole e delle tutele dei consumatori previste dalla UE nei servizi di comunicazione elettronica ”.

Data pubblicazione: 22 gennaio 2015