Ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche. Con l’avvicinarsi della Pasqua aumenta la presenza dei prodotti tipici pasquali sui banchi dei supermercati e anche delle offerte. Parliamo della Colomba e dell’Uovo di cioccolata. Due prodotti simbolo dei questa festività. Simbolo di pace e protezione, la Colomba vede le sue radici in diverse storie e tradizioni non tutte religiose. L’uovo, invece, rappresenta la vita sin dall’antichità ma la sua produzione dolciaria, con il cioccolato e tanto di sorpresa all’interno è molto recente.

Quel che è certo è che questi due prodotti hanno una notevole rilevanza per il mercato alimentare e la gamma offerta è molto ampia anche se i consumi tendono a scendere. Secondo la Cia (Confederazione italiana agricoltori) “la crisi economica e fa diventare più “magra” anche la Pasqua”. E così, dopo il calo registrato a Natale e Capodanno, si prevede una flessione del 7 per cento dei consumi alimentari rispetto allo scorso anno, con una spesa che non supererà i 2 miliardi di euro. Uova di cioccolato e segnano un calo superiore al 10 per cento.

Sugli scaffali si trovano Colombe di buona qualità, perché che siano vendute a prezzi stracciati, private label, industriali e di nicchia, la ricetta è sempre la stessa perché stabilita da una norma (Decreto del 22 luglio 2005 4 interministeriale MAP-Mipaaf). Le differenze di qualità ci sono e possono riguardare la qualità delle mandorle, la consistenza, i canditi, il gusto personale.

Il Movimento Difesa del Cittadino e il Codacons hanno rilevato i prezzi di questo prodotto in molte città d’Italia, nell’ambito del progetto Famiglie & Consumi, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. A livello territoriale si rilevano prezzi superiori al sud, dove una Colomba industriale può costare circa 7 euro (Benevento) contro 2,79 euro di Perugia. In media una Colomba industriale costa 4,3 euro presso la Grande Distribuzione e 3,6 euro in un negozio al dettaglio mentre un prodotto private label può arrivare a 4,9 euro presso la Gdo contro i 4,7 euro dei dettaglianti. Si rileva quindi come acquistando nei piccoli punti vendita si possa risparmiare fino al 19%.

Per quanto riguarda le i prezzi variano molto in base alla qualità di cioccolato, al peso e alla “consistenza” della sorpresa. Mentre state scegliendo valutate sempre questi due elementi al fine di scegliere un prodotto con un buon rapporto qualità/prezzo. Un uovo medio di 150 gr con sorpresa giocattolo può costare dalle 6 euro alle 10 euro. Molte case hanno dei prezzi imposti e spesso, sia presso la Gdo che i piccoli punti vendita, si possono trovare sconti sul prezzo base.

Data pubblicazione: 27 marzo 2013