Accolto dalle polemiche per le commissioni giudicate eccessive, da lunedì 30 giugno entra in vigore il decreto che obbliga tutti gli esercizi commerciali e le attività professionali a dotarsi di un bancomat. Nessuno potrà rifiutarsi di accettare un pagamento tracciabile superiore ai 30 euro. Un ottimo strumento per dissuadere dall’uso del contante e far emergere il nero che rappresenta il 17 per cento del Pil. Con un grosso limite: non prevede alcuna ammenda nei confronti dei trasgressori. Repubblica.it ha intervistato Antonio Longo, presidente del Movimento Difesa del Cittadino e dell’Italian e-payment coalition () sull’argomento.

Leggi l’articolo

Data pubblicazione: 27 giugno 2014

 

Leggi gli altri comunicati »