“Finalmente il Governo ha approvato una norma che ha come obiettivo chiaro quello della trasparenza per i consumatori italiani e la tutela delle aziende Made in Italy agroalimentari: parliamo della reintroduzione in etichetta dell’obbligo di indicazione di dell’alimento” – lo afferma Silvia Biasotto, responsabile dell’area del Movimento Difesa del Cittadino (MDC).

Il ritardo delle istituzioni italiane è notevole: è passato circa un anno dall’entrata in applicazione della norma e l’iter, anche per la notifica all’Europa, è ancora lungo.

Il consumatore potrà così avere una informazione immediata circa la tracciabilità del prodotto in caso di allerte alimentari e potrà effettuare scelte più consapevoli scegliendo di sostenere economicamente, tramite le proprie scelte di consumo, realtà produttive locali, nazionali o di altri luoghi.

Per tutti gli aggiornamenti sulle novità introdotte in materia di etichettatura alimentare nell’ambito del Regolamento Ue 1169 segui l’hashtag (#AlimentiNuoveEtichette) sui social Facebook e Twitter dell’associazione.

Data pubblicazione: 11 settembre 2015