È possibile stipulare un’ anche sulla in cui si è affittuari. Ecco le caratteristiche principali di queste polizze. Così come quando si compra un’auto si ci premura per capire come effettuare un preventivo per l’ auto, anche quando si prende in affitto una casa si può fare lo stesso. Stare in affitto vuol dire correre dei rischi alla stregua di chi vive in un immobile di cui è proprietario. Confrontare i prodotti di Quixa con quelli di Direct Line e di altre compagnie assicurative, servirà per capire quale polizza possa essere adeguata al tipo di rischi che corriamo e al tipo di situazione in cui ci troviamo. Tutelare se stessi e la propria casa infatti, è molto importante perché gli imprevisti e gli incidenti sono all’ordine del giorno.

Le compagnie assicurative, oltretutto, propongono polizze ad hoc non solo per tutelare l’immobile di cui si dispone ma soprattutto per tutelare gli inquilini stessi che abitano in quella casa: normalmente, infatti, è possibile sottoscriverle al momento della stipula del contratto. Infatti, così come esiste una polizza che tutela i padroni di casa dal rischio che gli inquilini non paghino l’affitto, come spiega questo articolo di Casa 24 Plus, allo stesso modo ci sono delle polizze che tutelano gli inquilini.

Le polizze che gli inquilini sottoscrivono sono dette a “rischio locativo” e tutelano dai danni alle persone o alle cose durante il periodo di affitto. Quello che contemplano queste polizze infatti sono i danni causati da incendi, da esplosioni dovute a fuoriuscite di gas o da danni provocati da perdite d’acqua.

Le garanzie offerte da questo tipo di danni, comunque, possono essere relative a fattori esterni e quindi estranei dalla volontà dell’inquilino o da fattori interni, quindi causati accidentalmente da quest’ultimo.

Nella prima situazione, l’assicurazione rimborserà i danni subiti all’inquilino sui suoi beni; in caso di incendio, invece, i danni subiti sarebbero a carico del proprietario dell’appartamento.

Nella seconda situazione, invece, ovvero in caso di danni causati accidentalmente dall’inquilino, la polizza risarcirà il proprietario di casa della somma dovuta. Proprio in occasione a questa eventualità, c’è la possibilità di includere nella polizza assicurativa la garanzia “ricorso a terzi” che provvederà a tutelare i beni vicini di altre persone coinvolti nel danno.

Tra le opzioni aggiuntive, poi, si potranno aggiungere anche le garanzie per il furto, quelle per la responsabilità civile che riesce a coprire tutti i membri della famiglia per danni causati a terzi. Tra le compagnie assicurative che offrono polizze di questo tipo è possibile annoverare Direct Line, Genertel e Allianz.

Direct Line offre la polizza casa e famiglia che è rivolta sia ai proprietari dell’immobile che agli inquilini in affitto. Le tutele che offre questa soluzione riguardano i danni alla casa e alle cose che contiene, il rimborso in caso di riparazioni per guasti d’acqua o furti, la responsabilità civile e la tutela giudiziaria. In caso di bisogno, l’opzione “aiuto giusto” vi aiuterà a trovare i professionisti adatti a risolvere un problema particolare.

La compagnia assicurativa Allianz, invece, propone la polizze Casa tua basic, anch’essa dedicata agli inquilini in affitto in appartamenti che non superino i 120 mq di superficie. Anche qui, la tutela è verso danni alla casa e al suo contenuto e tra le altre cause, tutela anche in caso di atti vandalici.

Genertel infine, propone la polizza Quality home che protegge l’immobile anche da alluvioni, inondazioni, terremoti e in caso di furti e rapine, è inclusa l’assistenza legale e la responsabilità civile e in caso di rinnovo della polizza, ci sarebbe il rinnovo del bonus protezione.

Data pubblicazione: 24 aprile 2014