“Stiamo assistendo a un vero e proprio paradosso: inviare un messaggio via cellulare dall’Italia a un paese europeo costa meno che inviarlo in Italia. Nel nostro paese, infatti, le tariffe di roaming a livello nazionale sono spaventose e ingiustificate, visto che il 62% degli utenti italiani di telefonia mobile paga un prezzo unitario di 15 centesimi per inviare un sms in Italia, mentre per gli sms inviati da un Paese all’altro dell’Ue si pagheranno ora 11 centesimi di euro”.

È quanto dichiara Francesco Luongo, responsabile Nuove tecnologie e servizi a rete del Movimento Difesa del Cittadino (MDC), alla notizia del via libera formale del Consiglio UE alle nuove regole sul roaming internazionale.

“Chiediamo – conclude Francesco Luongo – all’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni di intervenire al più presto: ora, alla luce di questo provvedimento e dell’indagine conoscitiva appena conclusa dall’Autorità, non ci sono più scuse plausibili da parte degli operatori di telefonia per continuare a mantenere in piedi il cartello degli sms”.

Data pubblicazione: 08 giugno 2009

 

Leggi gli altri comunicati »