Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha partecipato ieri all’incontro a Milano presso Assofin con Fiditalia, Findomestic e rappresentanti di alcune associazioni dei consumatori, per trovare una soluzione ai casi dei numerosi cittadini che non hanno ricevuto da Aiazzone, Semeraro e Emmelunga i mobili acquistati in tutto o in parte attraverso un contratto di finanziamento.

Incontro del tutto deludente. Le finanziarie si sono dimostrate completamente cieche di fronte ai diritti dei consumatori: secondo il decreto legislativo 141/2010 in caso di inadempimento da parte del fornitore, il consumatore ha diritto di risolvere il contratto dopo la costituzione in mora del fornitore e ottenere la restituzione dall’ente finanziatore delle rate già versate oltre agli eventuali oneri sostenuti; inoltre, il decreto, che ha recepito la direttiva europea n. 48 del 2008 – ben conosciuta dalle finanziarie! – prevede che l’ente finanziatore si riavvalga sul fornitore. In parole povere, Fiditalia si rivolga ai mobilifici truffaldini, non ai consumatori truffati!”

MDC invita i cittadini truffati a rivolgersi presso i suoi sportelli (recapiti e indirizzi nella sezione “Dove siamo” di www.mdc.it) oppure all’Arbitro bancario finanziario <LINK:http://www.arbitrobancariofinanziario.it|_blank>www.arbitrobancariofinanziario.it.

Data pubblicazione: 30 marzo 2011

 

Leggi gli altri comunicati »