Il Tribunale Civile di Ferrara ha condannato la Cassa di Risparmio di Ferrara al risarcimento e al rimborso della somma pari a quella originariamente versata, oltre alle spese legali, a favore di un risparmiatore ferrarese che nel 1999 aveva investito, consigliato dai referenti della banca, quasi 60mila euro in argentini (59.512,63 euro).

Proprio a causa del grave tracollo dell’economia argentina, il capitale investito non era stato risarcito e gli eredi dell’investitore (nel frattempo deceduto) si erano rivolti al Movimento Difesa del Cittadino di Ferrara per ottenere giustizia. L’associazione si era così costituita tramite il presidente MDC Ferrara, Gianni Ricciuti, insieme ai clienti, con il patrocinio dell’avvocato Michele Montanari.

“Questa volta – spiega Ricciuti – MdC Ferrara, non si é “limitata” a seguire i clienti, consigliando loro la migliore strategia difensiva o patrocinandoli legalmente, ma si é formalmente costituita in causa, insieme a loro, come parte processuale, con un avvocato terzo, dando così anche maggior impulso e rilievo alla domanda giudiziale”.

Data pubblicazione: 18 maggio 2011

 

Leggi gli altri comunicati »