MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO “1,745 AL LITRO, UN ABUSO AI DANNI DEL CITTADINO”“L’aumento del costo della benzina rappresenta in questo particolare momento uno dei costi più incisivi per le famiglie, infatti considerando anche il maltempo degli ultimi giorni, il maggiore consumo di gas e l’aumento del costo della spesa, si tratta di spese che gravano notevolmente sui consumatori”.
Questo il commento del Movimento Difesa del Cittadino di fronte al record raggiunto dalle quotazioni dei prodotti petroliferi, che stanno raggiungendo un valore mai avuto prima.

“È da settimane ormai che assistiamo ogni giorno a un “leggero rialzo” dei carburanti, ma la quota raggiunta di 1,745 euro al litro, rappresenta oltre che un record anche un vero e proprio abuso ai danni del cittadino. Siamo increduli di fronte a quest’aumento smisurato, – continua l’associazione dei consumatori – è necessario porre un limite a questa situazione, non sono le nuove condizioni del mercato a giustificare la gara al rialzo, piuttosto è necessario invertire la rotta a favore di una concorrenza che sia realmente efficace e vantaggiosa per i cittadini, in particolare in un settore centrale per la nostra economia come quello dei trasporti”.

Data pubblicazione: 16 febbraio 2012

 

Leggi gli altri comunicati »