Il Movimento Difesa del Cittadino esprime la propria soddisfazione per le severe irrogate agli operatori TIM, Vodafone, Wind Tre e Fastweb per la violazione delle disposizioni in materia di tempistica delle bollette telefoniche.

L’ ha irrogato agli  operatori la sanzione massima prevista dalla legge per la mancata osservanza della propria delibera in materia di cadenza di rinnovo delle offerte e di fatturazione dei servizi, relativamente alla telefonia fissa e alle offerte convergenti  fisso-mobile.

Il Movimento, dopo aver lanciato una petizione per l’abolizione della fatturazione a 28 giorni, attiva da oggi la campagna “SOS Rimborsi bollette a 28 giorni” e la propria rete di sedi territoriali per provvedere all’indennizzo degli utenti danneggiati dalle condotte sanzionate dall’Autorità. Tutti i clienti degli operatori multati potranno richiedere i costi patiti per la fatturazione illecita.

“Giustizia è quasi fatta”, ha commentato in proposito il Presidente Nazionale del Movimento Difesa del Cittadino Francesco Luongo, “ora è tempo che i consumatori vengano risarciti dei costi indebitamente applicati dalle compagnie. Monitoreremo attentamente il rispetto delle linee guida varate dall’Autorità”.

Data pubblicazione: 21 dicembre 2017

 

Leggi gli altri comunicati »