Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il Ministro Maurizio Martina ha scritto al Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi per il mantenimento dell’indicazione obbligatoria in etichetta della sede dello stabilimento di produzione di confezionamento.
Nella lettera il Ministro sottolinea “come questa norma abbia dimostrato negli anni una grande utilità sia per garantire la correttezza e la trasparenza nei confronti dei consumatori sia per agevolare l’attività dei controlli ufficiali, operati anche dal ministero delle politiche agricole per il contrasto delle frodi. Un intervento normativo in questo senso – prosegue Martina – possa ulteriormente rafforzare la tutela e la credibilità dei prodotti Made in Italy, oltre che rassicurare i consumatori sulla trasparenza delle informazioni contenute nell’etichetta dei beni alimentari”.
Contestualmente continua il lavoro del Mnistero delle politiche agricole per migliorare ulteriormente la normativa per quanto riguarda l’origine degli alimenti.
“Dal 7 novembre – dichiara il Ministro Martina – abbiamo chiamato i cittadini ad esprimersi su questo tema. E’ la prima volta che lo Stato coinvolge direttamente i consumatori, che hanno risposto con grande partecipazione. Sono oltre 21mila, infatti, le risposte che sono arrivate e c’è tempo fino a fine gennaio per compilare il questionario sul sito del Ministero. Le risposte saranno vincolanti per le nostre proposte di legge, che dovremo notificare a Bruxelles, dimostrando come l’origine degli alimenti sia un tema fortemente sentito dagli italiani. ”

Fonte: Mipaaf

Data pubblicazione: 13 gennaio 2015