Il cittadino ha un ruolo chiave per lo sviluppo delle politiche ambientali. Il suo coinvolgimento e la sua partecipazione sono due pilastri fondamentali nella costruzione di un futuro sostenibile e più equo.

Per questo, rappresentanti dei progetti BARBIE, CSMON-LIFE, ECOLIFE, MIPP e U-SAVEREDS, cofinanziati dalla Comunità Europea nell’ambito del programma LIFE+, hanno organizzano venerdì 3 luglio 2015 una giornata dedicata al ruolo del cittadino come interfaccia tra mondo della ricerca e della politica per lo sviluppo di nuove politiche ambientali.

La giornata si è articolata come da programma, con limitati ritardi tecnici. Alle 10:00 di mattina sono stati allestiti tutti gli stand dei diversi progetti coinvolti.

Le persone convenute hanno quindi potuto usufruire di volantini ed altro materiale divulgativo, e ricevere informazioni sui progetti.
Alle 11:00 sono iniziate le conferenza di presentazione dei cinque progetti nella sala aranciera dell’orto. Le presentazioni si sono protratte fino alle ore 12:40 circa, con la sala Aranciera piena quasi al limite della capienza. Il foglio firme dei partecipanti è disponibile in allegato a questa relazione
Alle 13:00 vi è stato tempo per una breve pausa pranzo.
Alle ore 14:00 è iniziata la tavola rotonda, moderata dal Dottor Mazzotti del Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara, che ha visto la partecipazione, in qualità di oratori, di
•On. Alessandro Bratti, Presidente della commissione parlamentare di inchiesta sulle attivita’illecite connesse al ciclo dei rifiuti
•Dott. Fabrizio Bulgarini – Responsabile dell’Ufficio Biodiversità del WWF
•Dott.ssa Gianna Le Donne – Vice Presidente III municipio di Roma,
•Dott. Antonio Nicoletti – Responsabile nazionale Aree protette e Biodiversità Legambiente
•Dott. Valter Sambucini – Referente del Network Nazionale per la Biodiversità del Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare
•Dott. Vito Consoli – Direttore Agenzia Regionale Parchi del Lazio.

Gli interventi si sono incentrati sul rapporto tra i cittadini, il mondo della politica, e il mondo della ricerca nel contesto di una collaborazione fattiva
alla risoluzione dei problemi ambientali.
La tavola rotonda si è conclusa con una interessante discussione, in cui i partecipanti hanno contribuito in modo attivo ad evidenziare problematiche attuali e possibili soluzioni future.
L’evento si quindi concluso alle ore 16:30.

Data pubblicazione: 31 luglio 2015