A seguito del richiamo di due lotti di polenta istantanea biologica a marchio Iris per presenza di micotossine e glutine, l’azienda A.S.T.R.A. Bio ci informa sulle procedure messe in atto a seguito dell’allerta. Il Movimento Difesa del Cittadino aveva dato informazione ai consumatori della notizia lo scorso 10 aprile.

La strutturazione della filiera agricola biologica Iris  –  spiega la nota dell’azienda – ha permesso di eseguire indagini esaustive che hanno identificato la causa accidentale, dovuta alla mancata applicazione di corrette procedure di pulizia di alcuni impianti di trattamento delle granaglie. Il piano delle azioni correttive implementato prevede, per i prodotti senza glutine, ispezioni e controlli analitici su ogni processo/impianto e comunque la validazione analitica di ogni lotto produttivo che sarà immesso sul mercato.

In merito alla presenza di aflatossine – prosegue la nota –  siamo a precisare che trattasi di composti prodotti da funghi normalmente presenti in natura e negli ambienti di processamento dei cereali. Il piano di controllo prevede la ricerca analitica dei lotti delle produzioni maggiormente a rischio aflatossine con particolare riferimento ai prodotti contenenti derivati del mais.

Data pubblicazione: 10 maggio 2017