Proseguono le attività del Movimento Difesa del Cittadino legate al progetto , che permette ai cittadini di usufruire del servizio di assistenza e consulenza offerto dall’associazione. Nonostante sia già trascorso un anno dall’entrata in vigore delle nuove modalità di riscossione del , continuano a pervenire richieste di assistenza da parte degli utenti, talvolta alle prese con il doppio addebito della quota sulle bollette della prima e della seconda casa o con i dubbi sulla compilazione della dichiarazione sostitutiva.

Positivo il dato sulla lotta all’evasione fiscale, che ha permesso il recupero complessivo di 19 miliardi di euro anche grazie agli incassi ottenuti dalla riscossione del canone Rai. Secondo quanto comunicato dal Direttore Generale dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi le entrate da canone Rai ammontano a 2,1 miliardi di euro, con un extragettito di  500 milioni rispetto al 2015. In base alle informazioni circolate lo scorso febbraio, dei 2,1 miliardi il 60% dell’extragettito andrà nelle casse della Rai, mentre il restante confluirà nel fondo di riduzione fiscale per la tassa sulla prima casa. Mentre nel 2017 alla Rai spetterà il 50% e la quota rimanente sarà destinata allo Stato. Inoltre, sono già previsti 50 milioni per le TV locali e probabilmente altrettanti per l’editoria.

MDC ricorda che il 31 gennaio 2017 era il termine ultimo per presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione dell’apparecchio TV (Quadro A) e richiedere l’esonero dal pagamento per l’intero anno 2017. Mentre la dichiarazione presentata dal 1° febbraio al 30 giugno 2017 esonera dal pagamento per il secondo semestre (luglio-dicembre 2017).

Importante ricordare che, mentre la dichiarazione sostitutiva di non detenzione dell’apparecchio televisivo (Quadro A) va presentata ogni anno se continua a sussistere la condizione di non detenzione, la dichiarazione di presenza di altra utenza elettrica per l’addebito (Quadro B) può essere presentata in qualunque momento dell’anno e non deve essere ripresentata annualmente.

La rete degli Sportelli territoriali MDC rintracciabili su www.difesadelcittadino.it è a disposizione degli utenti interessati.

Data pubblicazione: 07 marzo 2017

 

Leggi gli altri comunicati »