Nel corso della conferenza stampa di presentazione della XXVIII edizione del Vivicittà, intitolata a Mario Bignone, capo della sezione Catturandi della Squadra Mobile di Palermo prematuramente scomparso l’anno scorso, è stato presentato anche il progetto di Mdc Stili di vita in movimento.

Domenica 3 aprile a Palermo si gareggerà per l’ambiente, per l’integrazione e per l’interculturalità così come in tutta Italia.

Erano presenti: Giovanna Geraci, vedova Bignone; Maurizio Agricola, vice questore vicario di Palermo; Gioacchino Guagliardito, presidente provinciale della Uisp; Rosario Filoramo, consigliere del Comune di Palermo; Salvatore De Caro, della presidenza della Regione; Giuseppe Messina, presidente regionale del Movimento Difesa del Cittadino Antonio Palma, professore Ordinario della Facoltà di Scienze Motorie di Palermo; Youri Floriani, vincitore delle ultime due edizioni della corsa podistica palermitana e testimonial dell’evento cittadino; Mimmo Piombo, presidente regionale della Lega Atletica Uisp.

Per Giuseppe Messina – presidente di MdC Sicilia – : “E’ importante che anche in una manifestazione sportiva non si dimentichino i temi della legalità. Il fatto che il nome del capo della Catturandi, Mario Bignone, sia legato a quello del Vivicittà, nobilita la manifestazione dandogli un senso più elevato. Il rispetto della legalità, dell’ambiente, l’integrazione sono anche le nostre battaglie quotidiane”.

Giuseppe Messina ha poi illustrato il progetto Stili di vita in movimento.Secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della sanità, nel 2005 circa 1,6 miliardi di adulti (età maggiore di 15 anni) erano in sovrappeso, almeno 400 milioni erano gli adulti obesi e almeno 20 milioni di bambini di età inferiore a 5 anni erano in sovrappeso. Le proiezioni dell’Oms mostrano che, per il 2015, gli adulti in sovrappeso saranno circa 2,3 miliardi e gli obesi più di 700 milioni. Obesità e sovrappeso, prima considerati problemi solo dei Paesi ricchi, sono ora drammaticamente in crescita anche nei Paesi a basso e medio reddito, specialmente negli insediamenti urbani, e sono ormai riconosciuti come veri e propri problemi di salute pubblica. In particolare, l’obesità infantile è una delle più gravi questioni del Ventunesimo secolo.

Il Ministero della Salute, lo scorso 12 Ottobre ha presentato i risultati del progetto ‘Sistema di indagini sui rischi comportamentali in età 6-17 anni’. I dati forniti dal sistema di sorveglianza Okkio alla Salute sono inquietanti. Su un campione di 42.000 bambini delle scuole elementari, il 23% è in sovrappeso mentre l’11% è obeso. Preoccupanti anche le abitudini di questi bimbi: il 9% salta la prima colazione e il 30% non ne fa una adeguata e salutare; ed ancora 1 bambino su 4 non mangia quotidianamente frutta e verdura, circa il 50% consuma bevande zuccherate o gassate nell’arco della giornata.

“Il dilatarsi del girovita dei nostri bimbi – spiega Giuseppe Messina – è anche legato alla scarsa propensione al movimento: 1 bambino su 5 pratica sport per non più di un’ora a settimana e 1 bambino su 2 ha la TV in camera. Complici di questo stato di cose i genitori che, secondo lo studio condotto da Okkio alla Salute, non sempre hanno una percezione corretta dello stato dei propri figli. Infatti, il 36% delle madri di bambini in sovrappeso o obesi ritiene che il proprio figlio non sia in eccesso”. Il progetto Stili di vita in movimento, realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Siciliana per l’anno 2010/2011 e finanziato con le risorse del Ministero dello Sviluppo economico, è nato proprio per cercare di arginare questo dilagante fenomeno.

“E’ importante – continua Messina – che vengano promossi progetti che hanno per obiettivo quello del benessere e della salute dei bambini. Quindi, quello che ci proponiamo è realizzare azioni informative e di sensibilizzazione sugli stili di vita da adottare per favorire il benessere, la salute, e combattere la sedentarietà e l’obesità. E’ altresì importate promuovere percorsi per una sana alimentazione correlata ad una serie di attività motorie utili anche a superare limiti psico-fisici. L’obiettivo generale degli interventi educativi è, infatti, quello di offrire ai giovani e alle famiglie le informazioni necessarie per diventare consumatori attenti e consapevoli, con una chiara conoscenza del territorio e dei suoi prodotti, facendo anche un sano movimento”.

Grazie alla collaborazione con la Uisp Sicilia, il progetto sarà promosso attraverso le manifestazioni sportive non competitive organizzate dall’associazione. Gli eventi sportivi saranno lo strumento per diffondere in maniera capillare le “regole d’oro” dell’attività fisica per bambini…e non solo.

Sportello informativo: <LINK:mailto:stilidivitamovimento@libero.it|_blank>stilidivitamovimento@libero.it

Palermo 1 aprile 2011

L’ufficio stampa
T. C. 338 2116468

Data pubblicazione: 01 aprile 2011

 

Leggi gli altri comunicati »