Buone notizie per la Net Neutrality in Italia. Il diritto degli utenti ad un internet aperto e neutrale comprensivo del poter scegliere liberamente il proprio modem è ancora salvo ed entrerà in vigore il 31 Dicembre prossimo.

Il TAR Lazio ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata da TIM contro il provvedimento dell’AGCOM (Delibera 348/18/CONS), che applica in Italia il Regolamento Europeo 2120/15, stabilendo tra l’altro la libertà di scelta del proprio modem da parte dei consumatori cui è imposto da anni ad acquistare quello dell’operatore telefonico.

<<Siamo molto soddisfatti dell’esito  preliminare di questo primo round giudiziario – ha dichiarato in proposito Francesco Luongo, Presidente Nazionale del Movimento Difesa del Cittadino, l’associazione di consumatori che dal 2017 porta avanti la Campagna Modem Libero, insieme ad  AIIP, AIRES Confcommercio, ALLNET, ASSOPROVIDER, VTKE e ModemLibero.it – per MDC la tutela della Net Neutrality e del diritto di ciascun cittadino dell’UE di scegliere quali beni acquistare e di quali servizi usufruire, resta un principio cardine dell’ordinamento e deve restare una condizione essenziale per tutti i naviganti del web>>.

“Dispiace dover difendere ancora una volta in sede giudiziaria un sacrosanto diritto del consumatore dal tentativo di alcuni operatori di far annullare quanto stabilito dall’Autorità per le Garanze nelle Comunicazioni e questo nonostante avessero già richiesto ed ottenuto un rinvio della sua entrata in vigore”.

Il Movimento prosegue intanto nell’assistenza a tutti i consumatori che intendono cambiare il modem imposto dall’operatore a prezzi esorbitanti e persino con una costosa manutenzione obbligatoria con tecnici domicilio. Sul sito www.difesadelcittadino.it disponibile la modulistica per la libertà di modem.

Data pubblicazione: 16 novembre 2018

 

Leggi gli altri comunicati »