<< Un paese che invecchia, un Paese in cui le nascite sono in calo da 9 anni e la fiducia delle famiglie nel futuro cala insieme alla propensione al risparmio, passata nel 2017 dall’ 8,5% al 7,8%; un Paese che vede aumentare le diseguaglianze, con dati relativi alla povertà assoluta che hanno interessato il 6,9% delle famiglie, circa 5 milioni di individui…>> questo è il primo commento del Presidente del Movimento Difesa del cittadino Francesco Luongo sui dati del rapporto annuale ISTAT, presentati oggi alla Camera dei Deputati, alla presenza del Presidente, On. Roberto Fico.

L’associazione di consumatori da tempo sottolinea che la crisi occupazionale, unita al costante aumento delle tariffe per le utenze e della fiscalità, soprattutto locale, sta riducendo drasticamente i consumi. Lo dimostra nel primo trimestre del 2018, l’evidente calo congiunturale dello 0,3% dell’indice delle vendite, sia in valore che in volume.
Già dopo i recenti dati di Banca d’Italia e del rapporto annuale della Crif sul rischio povertà, Il Movimento ha ribadito come tra le priorità del prossimo Governo non possano assolutamente mancare l’attivazione di politiche serie a sostegno dei redditi familiari e di riduzione del debito, che di fatto impediscono la ripresa economica del Paese. Principio che viene sostenuto e rafforzato in occasione della presentazione dei dati Istat di quest’oggi.

<<Solo un allenamento della pressione fiscale, unito a politiche vere di difesa e sostegno dei redditi familiari, agevolando le procedure contro il sovraindebitamento previste dalla legge n. 3/13, potrebbero avere effetti positivi sui consumi e quindi sull’intera economia del paese>>, conclude Luongo.

L’Associazione, che ha attivato nel tempo numerose campagne per la lotta al sovraidebitamento, è presente su tutto il territorio nazionale con numerosi Sportelli, indicati sul sito www.difesadelcittadino.it; ogni cittadino potrà rivolgersi ai nostri operatori per ogni informazione e supporto.

Data pubblicazione: 16 maggio 2018

 

Leggi gli altri comunicati »