Abroghiamo il “” che blocca il Parlamento, indebolisce la politica e il diritto dei cittadini a scegliere i propri rappresentanti!
A tre settimane dalla chiusura della raccolta delle firme per il sulla legge elettorale, in quella parte del cosiddetto “Porcellum”, il Movimento Difesa del Cittadino () si sta impegnando in una campagna capillare attraverso le sue sedi e sportelli in tutto il territorio nazionale per invitare i cittadini ad andare a firmare in modo da raggiungere ampiamente il quorum necessario.

“E’ un’occasione importante da non sprecare – dichiara Antonio Longo, presidente dell’associazione – per imporre un cambiamento decisivo per la qualità della classe politica che ci rappresenta in Parlamento. Non vogliamo più deputati e senatori “nominati” ma vogliamo eleggerli, sceglierli, giudicandone il curriculum e l’operato”.

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha ottenuto in questo ultimo anno importanti vittorie contro i costi della politica, chiedendo e ottenendo il blocco dell’allargamento dei Consigli regionali del Lazio (3 consiglieri) e della Puglia (8 consiglieri), con un risparmio di almeno 20 milioni di euro. Altre azioni sono in corso (ad es. ad Avellino contro l’allargamento delle Giunta regionale in Campania).

“L’approvazione in corso in queste ore del Dl con la manovra finanziaria – continua Antonio Longo – dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che solo con una reazione forte dei cittadini si possono ridurre i privilegi della casta. Al di là della condivisione di merito su tutti i punti, il referendum è una occasione irripetibile per fare pressione sul Parlamento affinché riveda la legge elettorale”.

Data pubblicazione: 09 settembre 2011

 

Leggi gli altri comunicati »