Godetevi un’esperienza rilassante, rispettosa della natura ed economica, con i consigli di Ecolife per la vacanza sostenibile, a basse emissioni di CO2.

Non è solo un fatto di poterselo permettere: la vacanza verde piace sempre di più anche a chi non ha problemi di spesa.
Chi è attento a vivere in armonia con l’ambiente e fa ogni giorno scelte rispettose, dagli acquisti ai consumi domestici, all’uso dei mezzi di trasporto, all’alimentazione, ha finalmente ampia scelta di destinazioni, tipologie di vacanza e servizi di alta qualità. Trenta o quaranta anni fa forse l’unica possibilità era il campeggio, magari anche libero: una bella immersione nella natura, questo è innegabile, ma con qualche rinuncia in termini di comfort. Oggi vi sono splendide strutture alberghiere, agriturismi, villaggi ecc., che offrono servizi in grado di soddisfare i più esigenti, con un deciso contenimento delle emissioni.

Come? Adottando sistemi di costruzione bio-compatibili e ad alta efficienza energetica, installando pale di ventilazione invece che potenti condizionatori, usando lampade a LED, servendo i cibi genuini della produzione locale “a km 0”, aiutando gli ospiti a servirsi agevolmente del trasporto pubblico, offrendo biciclette o suggerendo percorsi per passeggiate a piedi o a cavallo… e così via.

Chi si organizza da sé, invece di soggiornare in una struttura, può sempre ottenere un ottimo risultato in termini di riduzione dell’impatto ambientale, semplicemente ricordando che:

– le destinazioni lontane comportano maggiore dispendio energetico per il trasporto, con conseguente maggiore emissione di CO2;
– gli aerei consumano quantità impressionanti di combustibile fossile e i voli con scalo intermedio aggravano notevolmente i consumi (a causa del forte assorbimento di potenza in fase di decollo e atterraggio);
– le auto elettriche in tutto il Nord Europa sono diffuse, economiche, facili da rifornire, grazie alle numerosissime colonnine di ricarica veloce;
– una nave da crociera è una fabbrica di CO2 che viaggia a pieno regime giorno e notte (anche quando sosta);
– una volta raggiunta la destinazione di viaggio, si può in molti casi lasciare l’auto ed usare i mezzi pubblici, anche grazie alle comode APP che oggi consentono via smartphone di avere tutte le informazioni su orari, percorsi, coincidenze, biglietti;
– una bici a noleggio costa per un giorno poco più di un gelato al tavolo e per chi vuole portare con sé la propria, spesso il treno è un’ottima soluzione;
– le passeggiate a piedi hanno ottimi effetti sulla salute, sul portafogli e sull’ambiente;
– consumare prodotti locali è un piacere perché sono di stagione (dunque più saporiti), sono freschi, sono ecologici: sapere che hanno anche un più basso impatto ambientale li rende ancora più appetibili;
– gestire correttamente la raccolta differenziata dei rifiuti, in base alle regole vigenti nella località di vacanza, che possono essere abbastanza diverse da quelle della città in cui viviamo.

Avete già adottato molti di questi accorgimenti e siete curiosi di sapere quanta CO2 avete risparmiato al nostro pianeta? Basta visitare il sito di Ecolife www.ecolifestyles.eu, il progetto che MDC conduce insieme a Legambiente, AzzeroCO2, Deep Blue e ACLI; in alternativa, visitate una delle Local Community Ecolife, a vostra disposizione per offrire gratuitamente materiali, consigli, informazioni e qualche idea in più per “vivere con stile”!

Data pubblicazione: 25 luglio 2016