La catena di supermercati U2 entro il 2016 eliminerà i dolciumi dalle avancasse dei punti vendita, sostituendoli con prodotti freschi sani dedicati al benessere quotidiano. La notizia è importante perché in Italia solo i supermercati biologici NaturaSì non propongono dolci e snack alle casse. Gli altri lo fanno regolarmente perché in questa posizione si vende il 21% degli snack dolci, il più delle volte sollecitati dalle richieste dei bambini seduti sul carrello.

Per rendersi conto basta dire che secondo uno studio dell’EHI Retail Institute (realizzato per la filiale tedesca di Wrigley, che vende gomme da masticare e fa parte del gruppo Mars) gli scaffali nella zona delle casse occupano solo l’1% dello spazio dei supermercati, ma generano il 7,1% delle vendite che in quella zona ammontano a 35.000 euro al metro quadrato, sette volte di più della media del negozio.

Continua a leggere su Ilfattoalimentare

Leggi anche la news Supermercati: via dolci, caramelle e snack dalle casse. Firma la petizione!

Data pubblicazione: 12 ottobre 2015