Viaggiare può comportare anche dei rischi per la salute. Per questo, prima di un viaggio, soprattutto se si sceglie di uscire dall’Europa, è importante conoscere la situazione del paese di destinazione e le vaccinazioni consigliate e usare una serie di precauzioni per ridurre al minimo i rischi.

L’Osservatorio Farmaci e Salute del Movimento Difesa del Cittadino ha realizzato un utile dossier “Viaggiare in salute”, disponibile anche nel sito dell’associazione www.mdc.it alla <RIF:20|_self|>sezione “Viaggi e turismo”, che raccoglie le principali nozioni e informazioni da sapere per non partire impreparati.

Ecco, il Decalogo “Viaggiare in salute”, realizzato a partire dal dossier più approfondito:

1. Viaggiare informati. Documentarsi con adeguato anticipo sulla situazione sanitaria del paese di destinazione.

2. Vaccini e profilassi. Provvedere ai vaccini e alle profilassi eventualmente necessarie rivolgendosi alle ASL o a uno dei centri di medicina dei viaggi della propria città.

3. Assistenza sanitaria all’estero. Informarsi se esiste una convenzione tra il paese extra europeo di destinazione e l’Italia; nel caso non esista, stipulare un’assicurazione sanitaria facendo attenzione all’entità della copertura e alle clausole.

4. Farmaci in valigia. Non dimenticarsi di portare medicinali per i disturbi più comuni.

5. Disturbi in viaggio. In aereo, secchezza dell’aria, variazioni di pressione e immobilità possono provocare disturbi. In macchina, treno e nave, il disturbo più frequente è la cinetosi. Per minimizzare i disturbi o per chi ha problemi particolari (es. di circolazione), chiedere al proprio medico consiglio prima di partire.

6. Jet lag. Causato dal cambiamento di fuso orario, il jet lag può essere minimizzato da chi vi soffre in modo particolare utilizzando melatonina.

7. Sole e caldo. Attenzione all’esposizione prolungata al sole e alle alte temperature per evitare colpi di calore e colpi di sole.

8. Insetti e animali. Prevenzione è la parola d’ordine; si raccomanda di seguire alcuni accorgimenti come: indossare abiti chiari, evitare profumi, applicare repellenti sul corpo, utilizzare le zanzariere la notte.

9. Diarrea del viaggiatore. Per prevenirla, seguire particolari precauzioni alimentari come: cuocere i cibi, bere acqua imbottigliata, non usare il ghiaccio, lavarsi bene le mani prima di mangiare.

10. Al rientro. In caso di qualche disturbo, contattare il medico.

“Questo dossier – dichiara Silvia Lo Iacono, responsabile dell’Osservatorio farmaci e salute di MDC – vuole essere uno strumento utile per i cittadini che si apprestano a partire per una vacanza, soprattutto se si sceglie una meta all’estero. Il primo consiglio come sempre è prima di tutto quello di informarsi prima della partenza, in modo da prendere tutte le precauzioni necessarie non solo prima, ma anche durante e dopo il viaggio. In ogni caso, rivolgersi sempre al proprio medico o a un centro specializzato di medicina dei viaggi quando si decide per una destinazione a rischio”.

Scarica il <DOC:1612|_blank>Dossier “Viaggiare in salute” (PDF) oppure <RIF:1155|_self|>vai alla sezione “Salute in viaggio” del sito

Data pubblicazione: 16 luglio 2009

 

Leggi gli altri comunicati »