Il Movimento Difesa Del Cittadino si è fatto promotore, con Unione per la Difesa dei Consumatori (U.Di.Con), ed in collaborazione con UniCredit (nell’ambito della partnership “Noi&UniCredit”), di un nuovo progetto, dal titolo “Il default, se lo conosci lo eviti!” con l’obiettivo di favorire la conoscenza, da parte dei cittadini, delle nuove disposizioni europee in materia di classificazione delle controparti inadempienti.

L’Autorità Bancaria Europea, infatti, ha introdotto una serie di nuove regole – già operative dal 1 gennaio 2021 – aventi l’obiettivo di uniformare i comportamenti degli istituti di credito dei paesi dell’UE in tema di classificazione delle “controparti inadempienti”.

Si tratta di regole particolarmente rigorose che MDC ed U.Di.Con – forti della fruttuosa collaborazione già in essere dal 2005 con UniCredit su tematiche di interesse comune – intendono diffondere e rendere note, attraverso campagne informative dai contenuti facilmente fruibili ma altamente specializzati, per impedire che privati e aziende già provati, dalla crisi economica dovuta alla pandemia, possano violarle inconsapevolmente.

Cosa succede con l’introduzione di queste nuove regole?

In sostanza, in presenza di uno sconfinamento per un ammontare superiore contemporaneamente a 100 euro per i privati e 500 euro per le imprese e all’1% del totale delle esposizioni verso la banca, che si protragga per oltre 90 giorni consecutivi, le banche dovranno procedere alla classificazione in default del privato o dell’impresa. Inoltre, rispetto al passato, non potranno essere utilizzati margini disponibili su altre linee di credito per compensare gli arretrati.

Il cittadino deve pertanto essere consapevole che diventa fondamentale onorare con puntualità le scadenze di pagamento previste contrattualmente e rispettare il piano di rimborso dei propri debiti, senza trascurare anche importi di modesta entità, perché in caso di “default” potrebbero esserci ripercussioni sul piano economico, imprenditoriale, sociale e sulla possibilità di ottenere, in futuro, nuove linee di credito.

Ma vediamo più nel dettaglio cosa prevede il progetto!

Il default, se lo conosci lo eviti!” nasce dalla volontà trasformare il consumatore, spesso in difficoltà nel reperimento delle giuste e corrette informazioni, in un soggetto più attento, attivo e consapevole delle tematiche che lo riguardano da vicino, nella vita di tutti i giorni e del supporto che le Associazioni possono offrirgli in concreto.

Con questa iniziativa MDC e U.Di.Con si propongono di:

  • fornire ai cittadini consumatori/utenti un’informazione facile e accessibile. Attraverso campagne media e social sui canali delle due AACC partner e grazie alla collaborazione con il canale Help Consumatori (prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato) verranno resi disponibili materiali informativi di facile consultazione e contenenti le risposte alle più frequenti domande sul tema, tra cui:
  • una guida digitale “Il Default, se lo conosci lo eviti!”
  • video pillole-informative
  • articoli di approfondimento
  • newsletter realizzate da professionisti del settore
  • una pagina dedicata sui siti MDC e U.Di.Con.
  • Sensibilizzare le categorie più deboli economicamente (pensionati, giovani, lavoratori precari) anche grazie all’uso dei più innovativi e diffusi strumenti digitali.
  • Creare degli info-point presso le sedi territoriali delle AACC partner del progetto. Tutti gli utenti che avranno necessità di avere chiarimenti o vorranno sottoporre casi specifici, potranno rivolgersi agli info-point istituiti presso le sedi territoriali di MDC e U.Di.Con che – grazie a personale appositamente formato sulle tematiche del progetto mediante webinar tenuti da professionisti interni e da esperti UniCredit – potranno offrire supporto e consulenza.

Perchè se lo conosci, il default…lo eviti!!!


LA GUIDA

Consigli e suggerimenti pratici per evitare la dichiarazione di default


IL DECALOGO

Le 10 cose da sapere per evitare il “default”


LA FORMAZIONE AGLI OPERATORI DI SPORTELLO

Nell’ambito del progetto, teso a favorire la conoscenza e la consapevolezza dei consumatori sulle nuove regole europee in tema di inadempienza e default nelle obbligazioni verso le banche, è stata erogata specifica formazione agli operatori di sportello, di entrambe le associazioni, presenti sul territorio e nelle sedi locali.

In particolare, il personale di MDC ed U.Di.Con. è stato formato attraverso:

  • la partecipazione ad un webinar, tenutosi il 28 aprile 2021, curato dai rappresentanti istituzionali e docenti formatori delle due Associazioni e dagli esperti di settore di UniCredit,
  • la diffusione di un Video-Tutorial, di facile fruizione e comprensione, supportato da slides riassuntive e riepilogative sulla tematica del default.

Tali materiali sono reperibili ai seguenti link:

Webinar 28/04/2021

Video Tutorial

Grazie alla formazione ricevuta, dunque, gli operatori presenti nelle sedi territoriali delle AACC, saranno in grado di fornire ai cittadini – consumatori/utenti – che si dovessero loro rivolgere per dubbi, consigli o analisi di specifici casi – una informazione di qualità.


VIDEOPILLOLE INFORMATIVE

Al fine di formare ed informare i consumatori sulle nuove regole europee in tema di inadempienza e default nelle obbligazioni verso le banche, sono state realizzate 4 video pillole informative, che a partire dalla fine di maggio, saranno disponibili sui canali social delle due Associazioni.

I Video, dai titoli chiari ed esemplificativi:

1. “Default, cosa è cambiato dal 1 gennaio 2021 ?”

2. “Quali sono le principali novità introdotte dalla normativa europea sul default?”

3. “Si può uscire dal default e tornare in bonis?”

4. “Consigli pratici per non essere dichiarati inadempienti

con un linguaggio diretto, facilmente fruibile e d’impatto – grazie anche all’ausilio di una grafica giovane e accattivante – spiegano agli utenti finali i principi cardine della nuova normativa e le conseguenze a cui si può andare incontro in caso si venga dichiarati inadempienti, ovvero quando non si siano rispettati, con rigore e attenzione, i termini e le condizioni delle obbligazioni assunte con la propria banca.

Al contempo, dopo aver introdotto e spiegato le nuove regole introdotte dall’Unione Europea, si forniscono ai consumatori di tutte le età, pratici e utili consigli per prevenire “concretamente” il default o, qualora si venga dichiarati inadempienti, per ritornare in bonis e “sanare” la propria posizione.


ARTICOLI & COMUNICATI STAMPA

Al seguente link, è possibile leggere tutti gli articoli e comunicati stampa relativi alla campagna.