MDC: “CI ASPETTIAMO L’INTERVENTO DELLA GUARDIA DI FINANZA E DELL’AUTORITÀ ANTITRUST”I petrolieri stanno reagendo come i bambini sorpresi con le dita nella marmellata. Adesso promettono che diminuiranno i prezzi alla pompa, dopo essere stati impietosamente e definitivamente inchiodati alle loro speculazioni dai calcoli di Nomisma. Questi conti sono quelli che da anni come Movimento difesa del cittadino e come associazioni consumatori denunciamo, evidenziando come sia scandaloso che quando i prezzi internazionali salgono, l’adeguamento in Italia è immediato o spesso li precedono sulla base delle sole aspettative di aumento; quando i prezzi scendono, ci sono sempre mille motivi per ritardare le ricadute positive sui consumatori e comunque non sono mai corrispondenti alle diminuzioni effettive dei costi per i petrolieri”.

Questo il commento del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) alla situazione che ormai da mesi coinvolge i consumatori alle prese con i prezzi incostanti dei carburanti.

È un vero e proprio scippo che periodicamente viene perpetrato ai danni delle famiglie e delle imprese, con pesantissime ricadute sull’andamento dell’economia. Ben venga quindi l’intervento del Governo con ulteriori provvedimenti e soprattutto ci aspettiamo che si muovano anche la Guardia di Finanza e l’Autorità Antitrust“.

Data pubblicazione: 08 maggio 2012

 

Leggi gli altri comunicati »