MDC: “VENGA RESTITUITO IL DENARO, ENNESIMO ABUSO DI FINANZIAMENTI PUBBLICI”

“Si tratta dell’ennesima truffa per i rimborsi elettorali, truffa, ci teniamo a sottolinearlo, ai danni dello Stato ma soprattutto dei cittadini contribuenti. Questa volta a essere indagato è il tesoriere della Lega, Francesco Belsito, mentre è ancora viva la polemica del caso Lusi, esponente della Margherita. Lo sfruttamento di denaro per interessi e acquisti di natura esclusivamente privata, non può essere che un atto condannabile e ci aspettiamo che le indagini riportino nelle casse dello Stato i fondi rubati sotto la falsa forma di finanziamenti pubblici”.

Questo il commento del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) al nuovo scandalo che ha coinvolto il tesoriere della Lega Belsito, che è infatti accusato di truffa sui rimborsi elettorali oltre che di appropriazione indebita per aver sottratto denaro al proprio partito. Secondo quanto stabilito dalla legge 157/99 il rimborso delle spese elettorali ai partiti politici può essere erogato solo nel caso di svolgimento di attività di pubblico interesse, cosa che molti partiti politici non sembrano rispettare.

“Noi del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) abbiamo inviato qualche giorno fa una diffida ai Presidenti delle due Camere proprio per sollecitare la restituzione del denaro preso illegittimamente dalla Margherita che solo per il 2007 è pari a oltre 25 milioni di euro, ma non abbiamo ancora ricevuto nessuna risposta dalle Camere.Come nel caso Lusi chiediamo che anche questo nuovo clamoroso abuso di finanziamenti pubblici non resti un mero fatto interno ai partiti e chiediamo chiarezza. Se la nostra richiesta dovesse restare ancora inascoltata, saremo costretti a ricorrere alle vie della giustizia amministrativa, ci batteremo perché questi finanziamenti impiegati in modo illecito tornino nel bilancio dello Stato”.

Data pubblicazione: 03 aprile 2012

 

Leggi gli altri comunicati »