Da marzo in tutto il distretto perugino, le analisi del sangue si leggono online. All’atto della prenotazione, si riceve un foglio con la data in cui sarà disponibile il referto e una prima parte del Pin con cui accedere successivamente ai risultati.

Al momento della prestazione, il cittadino riceve anche la seconda parte del Pin e con quella può al sito http://www.uslumbria1.gov.it o a https://referti.uslumbria1.it per scaricare l’esito delle analisi.

“Già collaudato da circa due anni negli altri distretti, – ha spiegato il direttore generale Giuseppe Legato – il servizio di refertazione online entra così a regime su tutti i territori della USL 1. Un traguardo importante che rientra nell’ambito di quel processo di digitalizzazione e dematerializzazione della sanità che condurrà presto all’abbandono della carta e all’adozione del Fascicolo Sanitario Elettronico”.

Un servizio, assolutamente gratuito, che si aggiunge a quello tradizionale cartaceo, ancora previsto per tutti coloro che non hanno a disposizione un pc. Unica condizione (tanto per il certificato cartaceo che per quello digitale) è che il ritiro venga effettuato entro 30 giorni.

Trascorso tale termine si potrà sempre richiedere copia del referto (a pagamento). In caso di mancato ritiro, poi, la normativa (art. 4, comma 18, L. 412/91) prevede che l’utente paghi la prestazione per intero, anche se esente ticket. La direttrice del Distretto del Perugino, Giuseppina Bioli, ha precisato che “il servizio di consultazione tramite internet copre più del 90% degli esami di laboratorio. Restano esclusi dalla refertazione online alcuni specifici esami regolati da norme particolari in fatto di privacy, in osservanza delle linee guida del Garante della Privacy 19/11/2009”.

In questi casi sul modulo di prenotazione sarà espressamente indicato che il ritiro può essere effettuato solo allo sportello.

Data pubblicazione: 19 marzo 2015