Al momento stai visualizzando Progetto TRIS Recupero³

TRIS – Recupero³

Progetto finanziato dal MIMIT – Art. 148 L. 388/2000 – D.M. 6/5/2022 art. 5

 

L’idea progettuale elaborata da MDC, pur nella molteplicità delle tematiche, degli obiettivi e delle azioni da realizzare (da cui il titolo TRIS), ha il focus sul RECUPERO, inteso in varie accezioni:

  • recupero e riutilizzo dei materiali che ogni giorno cittadini e famiglie usano nella vita quotidiana, nell’ottica dell’economia circolare;
  • recupero della credibilità, autostima e solvibilità economica per i soggetti sovraindebitati;
  • recupero e consapevolezza della piena capacità di essere protagonisti ed al passo dei tempi con l’innovazione tecnologica, superando il digital divide ed esplorando le nuove opportunità (conoscendo anche limiti e rischi) dell’Intelligenza Artificiale applicata ai comportamenti dei consumatori.

Gli obiettivi che MDC intende raggiungere con il progetto TRIS sono:

  • favorire processi di informazione a favore dei cittadini consumatori;
  • promuovere l’accrescimento generale della conoscenza del cittadino, la piena consapevolezza dei suoi diritti e la capacità di autotutela, la consapevolezza dei rischi e delle opportunità;
  • sviluppare un percorso di crescita individuale e collettiva e di capacità critica di fronte ai cambiamenti che la società ci impone.

Il progetto, quindi, intende stimolare e rafforzare la partecipazione diretta dei cittadini consumatori, attraverso il loro coinvolgimento con approfondimenti, seminari, ma anche attività di monitoraggio delle “percezioni” su tematiche che sono attuali nel mondo consumerista, rafforzando le loro competenze di base e attivando la trasmissione di saperi, strumenti cognitivi e pratico-operativi.

Inoltre, in continuità con i numerosi progetti realizzati, ed alcuni ancora in corso, verrà favorito l’accesso dell’informazione alle categorie svantaggiate o fragili, in particolare: anziani, disabili sensoriali, rendendo pienamente accessibili tutti i contenuti del sito realizzati tanto nella linea di azione A, quanto nella linea B.

Per rafforzare l’azione di sistema e l’efficacia del progetto, MDC coinvolgerà dal punto di vista educativo e socioculturale istituzioni scolastiche e importanti Università statali o private.

Il Progetto TRIS si articolerà in tre linee di attività, da cui il sottotitolo Recupero³, nelle quali verranno realizzate varie azioni:

A – Consumi sostenibili ed economia circolare

L’economia circolare è un tema che ormai è diventato una priorità e in alcuni casi una emergenza (vd il caso della raccolta rifiuti a Roma e in altre grandi città). La produzione di contenitori di cartone, plastica, vetro, metallo e il loro riciclo; la produzione di rifiuti “umidi” dovuti anche allo spreco di cibo e il possibile utilizzo per produrre biogas; l’intasamento delle città per il possesso e uso di autoveicoli che mettono l’Italia ai vertici europei e mondiali nel rapporto automezzi/cittadini, che ha provocato il diffondersi del car sharing, dei monopattini etc.; la querelle UE/Italia degli ultimi tempi sull’alternativa Riciclo/Riuso…ecco alcuni motivi che mettono l’economia circolare tra le priorità su cui un’associazione consumatori deve impegnarsi. Per questo, oltre che aderire alla cordata comune di 12 associazioni nel progetto condiviso “Ricomincio da tRe”, il progetto TRIS proposto dal Movimento difesa del cittadino integra questo impegno comune con una ulteriore serie di Azioni qualificanti del suo tradizionale impegno anche accanto a Legambiente, partner storico dell’associazione.

Queste di seguito le Azioni da realizzare:

A1) Verrà elaborata una “mappa” di best practices (L’Italia in circolo) su cui saranno impegnate le sedi territoriali dell’Associazione, individuando iniziative e comportamenti virtuosi e replicabili di imprese, famiglie, Istituzioni locali, scuole, etc.

A2) Sarà lanciato nelle scuole superiori 1 Concorso video per illustrare gli obiettivi e le azioni esemplari nell’economia del riciclo/riuso, coinvolgendo e motivando i ragazzi su questo importante obiettivo strategico. Saranno premiati i tre migliori lavori prodotti dalle classi.

Per questa Azione ci avvarremo della collaborazione di CivicaMente, società specializzata negli interventi sulle scuole, con oltre 102.000 insegnanti iscritti alla Piattaforma web “EducazioneDigitale”, la community più grande di docenti attivi in Italia, riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione per il suo carattere di gratuità e per essere specializzata nella diffusione di valori.

Gli elaborati dei ragazzi saranno caricati dai docenti sulla Piattaforma EducazioneDigitale.it, attraverso un’apposita funzione di upload e potranno essere poi visualizzati in una gallery, dove sarà possibile votare con un like ogni singolo video proposto. Sarà programmata un’Area diUpload e Gallery con stesura testi e impaginazione istruzioni, riservata esclusivamente agli insegnanti, dove i docenti possono trovare strumenti didattici, interessanti contenuti e risorse pedagogiche, da utilizzare in classe o in aula di informatica.

A3) Saranno selezionati i migliori lavori che riceveranno un riconoscimento in denaro o prodotti digitali in occasione di un Evento pubblico di premiazione dei migliori elaborati. Saranno premiate anche alcune aziende e Istituzioni locali – segnalate nella “mappa”, che nel corso del 2023 hanno dimostrato, a vari livelli, particolari attitudini a promuovere consumi sostenibili.

A4) Verranno prodotti comunicati stampa, post ed altri contenuti riportati anche nell’House Organ dell’Associazione MDC News e sul mensile “Diritti &Consumi”.

B – Educazione finanziaria e sovraindebitamento

La seconda tematica su cui si svilupperà il progetto TRIS riguarda la condizione delle personesovraindebitate, una situazione pesante economicamente e spesso anche socialmente, che colpisce milioni di persone. Secondo i più recenti dati Eurostat, in UE nel 2021 73,7 milioni di persone si trovavano in stato di povertà; in Italia erano 5,6 milioni. La “mappa” dei debiti riguarda il 46% delle persone, con una rata media mensile di oltre € 300,00. L’indebitamento medio sfiora i € 32.000,00 con questa distribuzione: 20.2% per mutui; 29,2% per prestiti personali; 50,6% per operazioni finalizzate. Secondo i dati Cerved 120 mila aziende italiane rischiano il fallimento. Secondo l’opinione prevalente tra giuristi e commercialisti, oltre che delle associazioni impegnate nella tutela delle persone sovraindebitate, la cosiddetta “legge salva suicidi”, cioè la Legge n. 3/2012 non è riuscita a bloccare, se non molto limitatamente, questa deriva economica e sociale, anche perché poco conosciuta e farraginosa nella sua applicazione, oltre che essere una procedura molto onerosa. MDC da vari anni è impegnata ad offrire un sostegno a chi ha bisogno di aiuto per affrontare situazioni di indebitamento spesso complesse. In un’ottica di prevenzione del sovraindebitamento, MDC ha realizzato, ed in alcuni casi sono tuttora in corso, attività formative di alfabetizzazione ed educazione finanziaria, la cui assenza spesso è alla base dell’indebitamento.

Di seguito le attività della seconda linea:

B1) Allo scopo di migliorare l’assistenza e tutela offerta alle persone sovraindebitate, verranno attivati n.11sportelli, utilizzando risorse umane già competenti sulle questioni legate al sovraindebitamento, grazie alla partecipazione a numerosi progetti dedicati, alcuni dei quali promossi e finanziati dalla Commissione europea. All’interno di questa attività è stata prevista la figura di un coordinatore che avrà la funzione di supervisionare gli sportelli e, contestualmente, di monitorare ed, eventualmente, proporre correttivi utili al raggiungimento degli obiettivi progettuali.

B2) Per gli stessi sportelli, saranno realizzate n. 4 giornate di aggiornamento-formazione, in presenza fisica o tramite webinar, integrate dalla pubblicazione di materiale formativo edinformativo (guide, brochure, video, slide, ecc.) che verrà realizzato digitalmente e/o cartaceo. B3) Gli sportelli realizzeranno anche interventi formativi di educazione finanziaria diretti ai cittadini, con un focus sul rischio di sovraindebitamento e sui rimedi, in 11 istituti scolastici e 11centri anziani o diaggregazione sociale.

B4) Verrà attivato uno Sportelloonline, promosso intensamente sui canali social dell’associazione (Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn).

B5) Verranno prodotti comunicati stampa, newsletter e post, riportati anche nell’House Organ dell’Associazione MDC News e pubblicati anche sul mensile “Diritti & Consumi”.

C – Transizione ed educazione digitale: Intelligenza artificiale e consumatori

L’Intelligenza artificiale è diventata non solo un argomento di “moda” nei dibattiti radiotelevisivi e sui social, ma anche oggetto di interventi e preoccupazioni da parte delle Istituzioni internazionali, europee e nazionali.

In occasione del recente Consiglio UE-USA di giugno 2023, è stata annunciata una proposta per un Codice di condotta comune sull’I.A. Negli stessi giorni le Commissioni Giustizia e Mercato del Parlamento europeo hanno approvato l’Artificial Intelligence Act.

Anche il Garante italiano per la protezione dei dati personali lo scorso 31 marzo ha bloccato l’accesso al servizio della chatbot ChatGPT, sviluppato da OpenAI, per gli indirizzi IP italiani, paventando rischi per l’utilizzo dei dati personali, in particolare riguardo ai minori

Nell’ambito della terza tematica, MDC intende approfondire il legame tra Intelligenza artificiale ed i comportamenti dei consumatori. In particolare, vuole dare risposta all’interrogativo su come l’intelligenza artificiale possa influenzare i comportamenti dei consumatori e comprendere i limiti e le opportunità che la stessa offre ai cittadini consumatori/utenti.

In questo senso in primo luogo intende comprendere quale sia ad oggi la percezione del fenomeno da parte di vari target di consumatori/utenti e, poi, proporre uno studio scientifico divulgativo che possa fare chiarezza sul punto fotografando lo stato attuativo della materia (normativa, prassi, eventuali codici di condotta sul punto,sviluppi, etc…) .

Di seguito le attività della terza linea:

C1) Allo scopo di esplorare l’impatto delle nuove tecniche di IA sulla pubblicità e l’informazione diretta ai consumatori, verrà preliminarmente svolto e pubblicato 1 studio dedicato al dibattito attuale nella letteratura scientifica sui temi della transizione digitale e dell’intelligenza artificiale. Sarà coinvolta una Università statale o privata allo scopo di garantire un qualificato approfondimento della tematica.

C2) I risultati dello studio verranno discussi in 1 webinar con esperti di settore, al fine di analizzare la questione in chiave sociologico – consumerista, con un focus dedicato alla tematica sempre aperta delle fake news, del furto di identità etc. con l’obiettivo di ottenere dati concreti circa l’impatto dell’intelligenza artificiale sui cittadini consumatori.

C3) Verranno raccolte, con n. 50 interviste dirette ad un campione di cittadini di diversitarget,le opinioni sulla conoscenza e la percezione di opportunità e rischi relativi all’intelligenza artificiale, con particolare attenzione dedicata ai target anziani e giovani, in modo da poter fare un confronto intergenerazionale.

C4) In collaborazione con Consumedia SCRL, editrice dell’agenzia Help consumatori, verrà diffuso mensilmente il TG Consumatori. Verrà inoltre realizzata una Newsletter trimestrale sull’impatto dell’intelligenza artificiale riguardo alla pubblicità ed ai comportamenti dei consumatori, oltre agli approfondimenti relativi alla transizione digitale e in particolare all’intelligenza artificiale, con attenzione al dibattito internazionale ed europeo.

C5) Verranno realizzate n. 5 video pillole informative, che con linguaggio semplice e diretto, definiranno le nozioni più importanti rispetto ai temi trattati.

 

MATERIALI  INFORMATIVI

Guida per i Consumatori alla Liberalizzazione del Mercato del Gas e dell’Energia Elettrica

 

ARTICOLI & COMUNICATI STAMPA

Al seguente link, è possibile leggere tutti gli articoli e comunicati stampa relativi alla campagna.